Come ottimizzare la visibilità di un comunicato stampa

ufficio stampa

Il lavoro di chi si occupa di ufficio stampa 2.0 non può più prescindere dallo studio di strategie per ottimizzare la visibilità dei comunicati. Solo partendo da tali presupposti è possibile parlare di un percorso efficace e funzionale a relazioni di qualità con i media.

Per ottenere risultati di successo da questo punto di vista è necessario conoscere le regole di redazione del comunicato stampa 2.0, ma anche essere in grado di andare oltre e curare alcuni dettagli relativi alla presentazione nell’area press.

Il comunicato stampa non è più uno strumento parte di un circuito di comunicazione chiuso e fare attenzione anche al modo in cui viene presentato nell’area press del sito ufficiale di un brand può costituire una scelta valida per migliorarne la visibilità. Oggi vogliamo vedere assieme a voi qualche dritta tecnica al proposito, dedicata a chi si occupa di ufficio stampa 2.0 e vuole imparare dall’esempio dei grandi brand.

Non dimenticare i pulsanti social

I pulsanti di condivisione social sono essenziali per ottimizzare la visibilità di un comunicato. Non si può parlare di ufficio stampa 2.0 senza un focus sulla presenza social e sulla necessità di rendere il contenuto funzionale alla reputazione del brand.

Per trovare un esempio valido in merito possiamo osservare il caso dell’area press di Microsoft, con i comunicati stampa caratterizzati dalla presenza dei pulsanti di condivisione social con il numero di azioni di sharing per ciascuna piattaforma di networking (vedi immagine sottostante).

ufficio stampa

Dai spazio alle informazioni tecniche sui prodotti

I comunicati stampa ricoprono un ruolo nodale quando si parla di lanci di prodotto. In questi casi esistono dei trucchi per ottimizzare la visibilità del contenuto e per migliorare di conseguenza il lavoro dell’ufficio stampa 2.0?

La risposta è affermativa e tra i vari riferimenti utili in merito possiamo chiamare in causa l’esempio di Samsung, con i comunicati per i lanci di prodotto corredati di vere e proprie schede tecniche approfondite in cui vengono presentate in maniera chiara le più importanti caratteristiche del nuovo articolo.

L’importanza dei contenuti correlati

La presentazione di un comunicato stampa nell’area press del sito ufficiale di un brand è essenziale per massimizzarne la visibilità. Un accorgimento molto utile in merito consiste nell’associare al comunicato dei contenuti correlati, scegliendo per esempio di evidenziare i comunicati più popolari per quanto riguarda il numero di lettori. Come si può vedere dall’immagine sottostante, l’ufficio stampa di Microsoft offre un altro esempio tecnico interessante, grazie al quale è possibile comprendere l’importanza che i comunicati continuano ad avere nelle strategie di ufficio stampa.

ufficio stampa

Gestire un’attività di ufficio stampa 2.0 significa ormai non poter fare a meno dei social come contesti di sviluppo di relazioni con i professionisti del mondo mediatico, ma anche ricordare che tale obiettivo può essere perseguito solo ottimizzando la visibilità di ogni singolo comunicato.


Leggi altri consigli per migliorare la tua attività di ufficio stampa



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.