Ufficio stampa online: come ottimizzare il rapporto con gli influencer

Chi gestisce un’attività di ufficio stampa è consapevole di quanto il rapporto con gli influencer sia funzionale alla qualità generale del lavoro.

Parlare di ufficio stampa online e della necessità di raggiungere specifici obiettivi riguardanti la copertura mediatica significa ricordare l’importanza di ragionare sul lungo termine, soprattutto per quel che concerne la qualità del rapporto con gli influencer.

Quali sono i consigli di lavorare bene a questo proposito? Oggi rispondiamo a questa domanda con qualche semplice consiglio dedicato a chi vuole ottimizzare il rapporto con gli influencer.

Cura la presenza su Twitter

La prima pillola di ufficio stampa utile ai fini dell’ottimizzazione del rapporto con gli influencer riguarda la cura dell’account Twitter, che deve rappresentare un punto di riferimento completo e aggiornato per chi vuole avere le idee chiare sulla copertura mediatica di un brand.

In che modo è possibile utilizzare questo social per migliorare il rapporto con gli influencer? Ricordandosi di taggare nei singoli post le testate e i blog dove compaiono articoli e interviste riguardanti il brand, senza dimenticare i riferimenti ai giornalisti che si sono occupati della realizzazione.

Un esempio molto positivo al proposito è riscontrabile analizzando l’account Twitter dell’ufficio stampa di Amnesty International dove, come è chiaro dall’immagine sottostante, vengono messi in atto gli accorgimenti appena specificati.

ufficio stampa

Attenzione al retweet

Tra i trucchi pratici che possono rivelarsi decisivi quando si tratta di ottimizzare il rapporto con gli influencer e migliorare la qualità del lavoro di ufficio stampa è possibile includere il rewteet, che risulta utile soprattutto quando riguarda gli account personali dei giornalisti e che può risultare essenziale per implementare la visibilità dei contenuti relativi a conferenze stampa ed eventi aziendali in generale.

[Tweet “Per ottimizzare il rapporto con gli influencer su twitter, cura molto i retweet #ufficiostampa”]

Informazioni di contatto nei comunicati

I social sono uno strumento imprescindibile per chi si occupa di ufficio stampa, ma per lavorare bene è fondamentale non perdere mai di vista i comunicati che, proprio per la diffusione capillare, rappresentano sempre il cardine della professione di chi gestisce le relazioni con i media.

Come insegna l’ottimo esempio della BBC – l’abbiamo approfondito qui – è possibile rendere ogni singolo comunicato un fattore utile all’ottimizzazione del rapporto con gli influencer includendo i contatti utili per approfondire quanto trattato nel testo, dettaglio che rappresenta un aiuto non indifferente ai giornalisti interessati.

Ufficio Stampa: intercettare gli influencer è fondamentale

L’efficacia di un lavoro di ufficio stampa dipende da numerosi aspetti, che vanno dalla qualità dell’headline dei comunicati fino alla scelta dei contenuti visuali migliori da postare sui social e da inserire nell’area press del sito ufficiale.

Essenziale è in ogni caso ricordare che l’attività di ufficio stampa è prima di tutto un processo di relazione, di rapporti con giornalisti, blogger e testate da coltivare facendo attenzione a dettagli che riguardano sia i social sia i comunicati.


Se vuoi, qui puoi leggere altri utilissimi consigli di Ufficio Stampa:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)