Media Kit: quali contenuti non devono mai mancare

Chi gestisce un’attività di ufficio stampa deve considerare anche l’importanza del media kit, un vero e proprio biglietto da visita del lavoro di chi si occupa delle relazioni con i media per conto di un brand o di una singola figura professionale.

Non è più sufficiente basarsi sull’efficacia dei comunicati per parlare di ufficio stampa di qualità, ma è necessario concentrarsi anche sulla cura della presenza social e sulla gestione dei contenuti del media kit.

Quali scegliere per fare in modo di renderlo funzionale alla qualità delle relazioni tra brand e media? Oggi rispondiamo a questa domanda presentando tre semplici consigli pratici dedicati a chi si occupa di ufficio stampa.

Scopri quali contenuti non devono mai mancare all'interno di un media kit perfetto

Focus sul punto di vista dei vertici aziendali

Dalla qualità del lavoro dell’ufficio stampa dipende anche l’immagine aziendale, motivo per cui è consigliabile includere nel media kit le ultime interviste ai manager e ai principali rappresentanti del gruppo.

Per un esempio specifico in merito possiamo chiamare in causa l’approccio di Alitalia, nel cui media kit online è presente una specifica sezione dedicata alle interviste ai manager della compagnia (vedi immagine sottostante).

ufficio stampa

Gli ultimi comunicati stampa

Discutere dei contenuti che non dovrebbero mai mancare in un media kit di valore vuol dire ricordare l’importanza degli ultimi comunicati stampa, che consentono ai giornalisti di avere una visione d’insieme delle più importanti novità relative a un brand.

Fondamentale è renderli il più accessibili possibile, così da consentire ai professionisti che operano in ambito mediatico di trovare in maniera rapida contenuti utili alle loro esigenze.

Per un riferimento positivo al proposito è possibile osservare il media kit di Apple che, come è chiaro dalla foto sottostante, mette in risalto i comunicati stampa come fonti primarie per informarsi sulle principali novità del brand.

ufficio stampa

Attenzione ai case history migliori

I giornalisti sono sempre alla ricerca di contenuti potenzialmente interessanti e il media kit può rivelarsi uno strumento molto utile al proposito, contribuendo a migliorare la qualità del lavoro dell’ufficio stampa e a fornire spunti per parlare di un’azienda. In che modo? Grazie a trucchi tecnici come la scelta di includere i migliori case history relativi a un brand.

Per un esempio efficace e chiaro in merito è possibile fare riferimento al media kit di Linkedin – vedi immagine sottostante – dove è presente un’intera sezione dedicata ai casi di successo del brand.

ufficio stampa

Il Media Kit perfetto

Le relazioni con i media sono nodali per l’immagine di un’azienda e sempre più legate alla cura e alla varietà dei contenuti sui social e non solo. Questa regola deve essere tenuta a mente nella redazione del singolo comunicato così come nella preparazione del media kit, che riveste un ruolo essenziale nella definizione del successo di un’attività di ufficio stampa e, di conseguenza, anche in quella della reputazione di un determinato brand.


Se vuoi, qui puoi leggere altri utilissimi consigli di Ufficio Stampa:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.