Ufficio stampa 2.0: cosa insegna Instagram sulla gestione dell’area press del sito ufficiale

photo-634069_1280

Un lavoro di ufficio stampa 2.0 orientato all’efficacia deve basarsi sulla cura tecnica dei comunicati e della presenza sui social, senza però dimenticare la qualità di un elemento importante come larea press sul sito ufficiale.

I grandi brand non possono più non ragionare in ottica 2.0 nelle relazioni con i media e anche per quel che concerne l’ottimizzazione dell’area press è necessario puntare a efficacia e chiarezza.

Tra i tanti case history interessanti in merito oggi ci concentriamo su quello che riguarda Instagram, con qualche consiglio per rendere l’area press sul sito ufficiale decisiva per la qualità dell’ufficio stampa 2.0.

Presentazione chiara delle sezioni

Chiunque si occupi di ufficio stampa 2.0 è consapevole di quanto la fruizione immediata dei contenuti sia funzionale alla qualità dell’intero lavoro.

Questo vale non solo quando ci si muove in ambito social, ma anche quando si parla dell’area press sul sito ufficiale, dove deve essere fin da subito chiara la tipologia d’informazioni reperibili. Nell’immagine sottostante è possibile vedere la puntuale divisione in sezioni presente nell’area press del sito ufficiale di Instagram.

ufficio stampa

Elementi di brand storytelling

L’area press sul sito ufficiale di un brand è un biglietto da visita nodale per i giornalisti che cercano informazioni ed eventuali spunti utili da approfondire. Alla luce di questo aspetto è bene che contenga dei rimandi di brand storytelling.

Come è meglio muoversi da questo punto di vista? Non dimenticando l’importanza di presentare contenuti chiari, diretti e per questo più efficaci agli occhi dei professionisti che si interfacciano con la pagina. Nel caso dell’area press sul sito ufficiale di Instagram si può vedere un approccio allo storytelling caratterizzato da un impianto cronologico, con ogni tappa rilevante della storia del brand accompagnata da una foto e da una breve frase esplicativa (vedi immagine sottostante per un esempio concreto in merito).

ufficio stampa

Materiali facilmente scaricabili

Quando si gestisce un’attività di ufficio stampa 2.0 non si deve mai trascurare il fatto che i giornalisti s’interfacciano con l’area press del sito ufficiale di un brand anche per scaricare materiale di diverso tipo.

Che si tratti del media kit o d’immagini ad alta risoluzione è fondamentale mettere in primo piano l’ottimizzazione delle tempistiche e facilitare il lavoro dei professionisti che visitano la pagina.

Nel caso dell’area press di Instagram si parla di contenuti visuali – per la precisione di loghi e screenshots ufficiali – che, come è risulta chiaro osservando l’immagine qui sotto, possono essere scaricati in maniera immediata.

ufficio stampa

Occuparsi di ufficio stampa 2.0 significa lavorare con la consapevolezza del fatto che le relazioni con i media debbano essere coltivate mettendo in primo piano l’importante sinergia tra rapidità ed efficacia. Tutto ciò rappresenta il primo passo per conquistare l’attenzione dei giornalisti, assicurando al brand una copertura mediatica mirata e utile agli obiettivi di business.


Leggi altri consigli di ufficio stampa 2.0



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.