Come integrare il content marketing nell’ufficio stampa

ufficio stampa

Una strategia di content marketing può avvalersi dei vantaggi tecnici dell‘ufficio stampa 2.0? La riposta è affermativa: attirare potenziali clienti per un brand attraverso la creazione e la distribuzione di contenuti di valore significa chiamare in causa anche i comunicati stampa.

Chi gestisce un’attività di ufficio stampa 2.0 deve essere consapevole di quanto ciascun contenuto prodotto incida sull’immagine del brand sia agli occhi dei media, sia a quelli degli utenti finali, che dei processi di creazione di contenuti sono ormai parte attiva.

Integrare i comunicati in una strategia di content marketing è possibile – per citare un brand che ha successo al proposito basta ricordare Apple – ma è necessario seguire alcune regole. Oggi vogliamo fornirvi qualche suggerimento in merito, dedicato a chi sa che fare ufficio stampa 2.0 non vuol dire semplicemente condividere un comunicato su una pagina Facebook.

Studia le parole chiave

Un comunicato stampa efficace deve essere sì un testo naturale, ma è comunque necessario non perdere di vista le parole chiave che possono renderlo maggiormente visibile sui motori di ricerca. Prima di scrivere è quindi utile lavorare strategicamente a questo proposito, studiando le ricerche degli utenti relative al brand in generale e al prodotto che si ha intenzione di promuovere.

La possibilità di realizzare contenuti partendo da informazioni di questa natura è uno dei vantaggi dell’ufficio stampa 2.0, da tenere ovviamente ben presente quando si opera in ottica di content marketing.

Scrivi per l’utente finale

Un comunicato stampa funzionale a una strategia di content marketing deve essere scritto per l’utente finale, per chi si trova a decidere se diventare o meno cliente di un brand. Il monitoraggio delle chiavi di ricerca è essenziale per lavorare bene su questo punto e per realizzare un contenuto che risponda in maniera completa alle esigenze del mercato, senza per questo risultare marcatamente promozionale.

Il content marketing fidelizza l’utente rendendolo maggiormente consapevole delle caratteristiche e dei vantaggi di un determinato prodotto e la miglior partenza per avere successo al proposito è proprio l’attenzione ai dettagli linguistici che identificano in maniera specifica il target a cui ci si rivolge.

Non trascurare il blog aziendale

Il blog aziendale è ormai parte fondamentale di qualsiasi attività di ufficio stampa 2.0 (tra gli esempi più efficaci si può ricordare quello di IBM). Ricorrere a un comunicato stampa per il lancio di un post sul blog aziendale – un’intervista a un influencer di un determinato settore, un approfondimento sul processo di creazione di un prodotto – può costituire una valida opzione per massimizzare la strategia di content marketing, associando al brand contenuti di qualità in grado di migliorarne l’immagine.

L’ufficio stampa 2.0 si contraddistingue per un ampliamento degli strumenti tecnici che consentono di mettere a punto una strategia vincente, nella quale rientra anche la considerazione del content marketing come approccio imprescindibile per una brand awareness di qualità.


Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.