Social Media Training Aziendale: Come Raccontarsi Con Le Immagini

social media training

Il social media training di qualità è il risultato dell’attenzione a diversi contenuti e le immagini occupano un posto importantissimo in questo ambito.

Scegliere bene i contenuti visuali è fondamentale per chiunque abbia intenzione di mettere a punto un percorso di social media training aziendale completo, e soprattutto di raggiungere dei risultati numericamente quantificabili.

I contenuti visuali rappresentano un veicolo di conversione tra i più efficaci: integrarli in un piano di social media training aziendale è in certi casi necessario, e oggi siamo qui a darvi qualche consiglio utile per procedere al meglio.

Non parlare (solo) di vendita

Perché i contenuti visuali inseriti in un piano di social media training aziendale risultino efficaci, è necessario che siano il più lontano possibile da una caratterizzazione pubblicitaria. Regola banale e ripetuta? Purtroppo mai abbastanza, dal momento che sono ancora tanti gli esempi di aziende che pensano di attirare l’utente incentrando tutta la strategia visual su immagini dove campeggiano segnalazioni di sconti, promozioni e vantaggi ‘imperdibili’.

Qual è il contenuto visuale che con più facilità cattura in maniera definitiva l’interesse dell’utente, contribuendo a farlo diventare cliente? Quello che offre un’esperienza. Un esempio molto utile per capire quanto abbiamo appena detto è il profilo Instagram di Starbucks, un brand dall’immagine molto forte che ricorre ai contenuti visuali come veicolo d’ispirazione per gli utenti, inserendo i propri prodotti in veri e propri consigli di lifestyle (vedi immagine all’inizio dell’articolo) inquadrabili quotidianamente.

Coinvolgi l’utente, rispettando i valori del brand

Coinvolgere il proprio target attraverso la promozione di specifici contest legati ai contenuti visuali può essere un’ottima idea per integrarli in un percorso di social media training aziendale. In questo modo diventa più facile incontrare l’orizzonte percettivo di utenti e potenziali clienti, coinvolgendoli direttamente nel processo di content creation.

Per avere successo in situazioni come questa è necessario avere perfettamente in mente i valori del brand (può essere utile ripassarli schematizzando i punti principali del posizionamento), in modo da tenerli sempre presenti come tema del contest, rafforzando così la brand indentity. I temi rimangono invariati? Non è certo un male, anzi un vantaggio per chi vuole essere competitivo nella gestione di uno specifico cluster.

Un riferimento sempre utile per capire l’importanza di questo punto in un piano di social media training aziendale è riscontrabile osservando la pagina Facebook ufficiale di Coca Cola, dove compaiono praticamente sempre contenuti visuali partecipativi, direttamente associabili a valori importanti per il brand (gioia, solidarietà reciproca).

social media training

Dai spazio alle iniziative

La forza di un brand non è legata unicamente ai suoi prodotti o a degli specifici servizi, ma anche alla promozione di iniziative ed eventi utili a livello sociale e culturale. Integrare un percorso di social media training con contenuti visuali ad essi legati può essere molto utile per conferire forza al posizionamento di marca, e per fornire all’utente un’esperienza davvero completa, caratterizzata anche dalla presenza d’informazioni utili e aggiornate su argomenti di suo specifico interesse.

Un esempio valido per capire meglio questo punto possiamo trovarlo dando un’occhiata alla pagina ufficiale di Nokia su Faceboook, dove è stata divulgata una foto scattata in un villaggio dell’India con l’obiettivo di portare l’attenzione sulla collaborazione del brand finlandese con Save the Children.

social media training

Un piano di social media training aziendale, per essere efficace, non deve assolutamente dimenticare i contenuti visuali. Un’immagine può valere più di mille parole, e ha la capacità di raccontare un brand molto meglio di tantissimi post testuali, ottenendo come risultato quella persuasione che trasforma il semplice visitatore di una pagina social in un cliente.


Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.