Social Media Journalism: la giusta via di mezzo tra la scrittura giornalistica e le esigenze del SEO

La scrittura per il Web è profondamente diversa da quella tradizionale.

Spesso capita di assistere a professionisti che provano ad applicare sul mondo digitale le dinamiche utilizzate nel mondo dell’editoria cartacea. Il Web però ha criteri differenti e segue dinamiche ben precise determinate in grossa parte dalla Seo, la disciplina che studia il posizionamento sui motori di ricerca.

web journalism

Scrivere da giornalisti in rete e per la rete

Ci sono regole particolari?

Uno scrittore 2.0 deve avere determinate conoscenze che appaiono ovvie ma anche trasversali e che potremmo riassumere in questi punti:

  • Scrivere con stile adeguato. La rete è nemica di uno stile di scrittura troppo ricercato e ridondante. Meglio
    uno stile lineare, secco e composto da brevi periodi. Chi naviga la rete ricerca immediatezza, semplicità e
    chiarezza.
  • Avere conoscenze legate al Seo: capire come funzionano i motori di ricerca e agire di conseguenza in relazione con il nostro programma e il nostro testo. Scrivere un testo per il web richiede un’ analisi delle Keywords (chiavi di riferimento) che vanno ripetute nel testo il giusto numero di volte per essere individuate dai motori di ricerca senza però disturbare la lettura.

Così come un libro è composto da copertina, frontespizio, capitoli, paragrafi, indice e bibliografia anche nel caso dei testi scritti per Internet è necessario che essi, oltre alle regole del buon scrivere per il web, rispondano anche a dei criteri grafici. Il testo deve risultare in armonia e in stretta relazione con le scelte grafiche del layout.

Testo e grafica sono importanti, ecco alcuni accorgimenti:

  • Inserire titoli e sottotitoli affinché si creino livelli di lettura graduali del contenuto del testo.
  •  Inserire dei link che permettano in ogni momento al lettore di navigare nel sito verso articoli correlati o approfondimenti.
  • Limitare le animazioni e una grafica eccessivamente ricercata ed elaborata che scoraggerebbero il lettore nella lettura.
  •  Non esagerare con l’uso di colori, frame, texture che appesantiscono la lettura dei testi e che risulterebbero sgradevoli con un’eventuale stampa. Il bianco e nero rimane l’accoppiata migliore per la lettura di un testo Web.

Quindi se voglio scrivere per il Web devo rinunciare al mio stile di scrittura o stravolgerlo?

Se per anni hai scritto e hai trovato un tuo stile ben preciso, raffinato, curato, colorito, occuparsi di scrittura per il web con tecniche Seo significa sicuramente adattare quello stile. La rete è immediatezza e semplicità; chi naviga e ci legge, e gli stessi motori di ricerca, si aspettano di trovare subito quello che stanno cercando senza troppi giri di parole. Fondamentale risulta riuscire ad emergere dalla grande quantità di siti di informazione presenti nella rete; operazione non sempre facile anche perché internet sta cambiando.
Google, il motore di ricerca più utilizzato, sta tentando di dare una sistemata ai risultati di ricerca premiando la qualità. La rete è stata stravolta al punto che, come abbiamo detto precedentemente, è nata una disciplina sostanzialmente scientifica, la Seo (Search Engine Optimization).
È qui la chiave e il nodo cruciale: essere nelle prime posizioni o comunque nelle prime pagine sui motori per una determinata keyword fa la differenza. Stando tra le prime posizioni si riescono ad ottenere gli accessi mentre stare dietro implica che nessuno visiterà il nostro sito.

Articoli correlati



Autore: Redazione MisterMedia
Biographical Info Vinicio Salvetti
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)