3 consigli di public speaking per scrivere un discorso pubblico

Il public speaking efficace è sempre il risultato di un percorso di preparazione tecnica che precede il discorso davanti alla platea. Parlare in pubblico e risultare convincenti significa mettere da parte l’improvvisazione e impegnarsi a migliorare la qualità di ciascuna fase del processo organizzativo, a cominciare dall’editing.

Editare un discorso prima di parlare davanti a un pubblico è fondamentale se si ha intenzione di far passare un determinato messaggio. Avere successo nel public speaking è soprattutto questione di allenamento e l’attenzione all’editing è imprescindibile a questo proposito.

Quali sono i consigli più utili per editare un discorso rendendolo un contenuto di valore? Ecco per voi qualche rapido suggerimento in merito, dedicato a chi vuole approfondire le basi del public speaking efficace.

Metti da parte il discorso dopo la prima bozza

Dopo la stesura della prima bozza può essere utile mettere da parte il discorso per un po‘. In tale lasso di tempo è comunque possibile ‘lavorare’ mentalmente sul testo, in modo da analizzarlo con maggiore obiettività durante il processo di editing vero e proprio.

Si tratta di un suggerimento iniziale semplice ma essenziale per procedere con lucidità tecnica, evitando errori in grado di compromettere la propria immagine anche a lungo termine. Ovviamente è necessario avere il tempo a favore, situazione possibile solo grazie alla consapevolezza di quanto sia sbagliato improvvisare e non organizzarsi in vista di una performance di public speaking!

Punta alla concisione

Il punto focale del processo di editing di un discorso da tenere in pubblico è la concisione. Ogni singola parte deve essere orientata alla presentazione efficace di un determinato messaggio. Un buon processo di editing in vista di una performance di public speaking deve partire dalla domanda “È indispensabile?” da porsi davanti a ciascun elemento, dal singolo termine fino all’intera frase.

Seguire il punto precedente può essere molto utile per lavorare bene sulla concisione del discorso, osservando il testo con il giusto distacco emotivo.

Attenzione alla lunghezza delle parole e ai termini tecnici

Altri consigli per l’editing che precede un’occasione di public speaking riguardano la lunghezza delle parole e i termini tecnici. L’uso di troppe parole lunghe può appesantire eccessivamente il discorso e per evitare questa situazione risulta utile concentrare molta dell’attenzione tecnica sulla ricerca di sinonimi.

Un ulteriore punto da non trascurare riguarda la presenza di termini tecnici, non sempre funzionali alla scorrevolezza del discorso – inficiata anche dal ricorso eccessivo ai verbi in forma passiva – e all’incisività del messaggio.

Dedicare tempo all’editing è nodale se si ha intenzione di dare corpo a una performance di public speaking di valore. Il discorso efficace è il risultato della sinergia tra verbale, non verbale e paraverbale: senza un’analisi tecnica approfondita della struttura verbale è impossibile sfruttare l’effetto degli altri due punti e parlare in pubblico in maniera incisiva e convincente.


Leggi anche:



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.