PA Social: come valorizzare la cultura del proprio territorio. Il case study della Regione Lombardia

Una PA Social non può mettere in secondo piano la valorizzazione culturale di un determinato territorio. Ce ne dà un ottimo esempio la Regione Lombardia

Pa-social-milano-valorizzazione-culturale

La valorizzazione culturale di un determinato territorio deve essere evidenziata costantemente dalle PA social non solo in occasioni sporadiche come gli eventi (abbiamo dato qui qualche consiglio per chi vuole capire come gestirli sui social).

Tra gli enti della PA social che lavorano meglio da questo punto di vista è possibile includere Regione Lombardia, che sulla pagina ufficiale Facebook dà spazio a un approccio tecnico senza dubbio interessante.

Per capire come dovrebbero muoversi in questi casi gli enti della pubblica amministrazione social è bene approfondire le peculiarità di questo case history unico nel suo genere e molto efficace.

Cura dei contenuti visuali

Una prima caratteristica importante dell’approccio a Facebook di Regione Lombardia, la cui strategia è contraddistinta da un’attenzione alta alla valorizzazione culturale, riguarda la scelta dei contenuti visuali.

Come è chiaro dall’immagine sottostante, anche quando si promuove un evento locale è possibile vedere immagine in grado di evocare in maniera immediata i principali punti forti di un territorio a livello paesaggistico e artistico, chiamando in causa quell’accento sulla valenza emozionale che è necessario quando ci si muove nell’ambito turistico e si punta all’ottimizzazione delle peculiarità culturali di una determinata zona.

pubblica amministrazione

Consigli turistici specifici

La pagina Facebook di Regione Lombardia è uno spazio dove vengono trattati diversi argomenti, mettendo in evidenza la valorizzazione del territorio anche attraverso consigli turistici specifici (vedi immagine sottostante per un esempio concreto).

In questo modo, agendo anche con la divulgazione di hashtag mirati e riconoscibili come #ScoprilaLombardia, è possibile rendere la pagina Facebook dell’ente della pubblica amministrazione un riferimento rilevante per quanto riguarda i servizi ai cittadini, che possono soddisfare anche esigenze di natura pratica o ludica, legate appunto all’interesse turistico e culturale.

pubblica amministrazione

Social contest e comunicazione partecipativa

Anche nel caso della Regione Lombardia è possibile vedere un’apertura ai contest social e alla comunicazione partecipativa, visti come leve per valorizzare l’unicità di un territorio attraverso i contenuti visuali e il linguaggio video.

Per quanto riguarda l’ultimo aspetto possiamo citare il contest #GirainLombardia, organizzato dall’ente e dedicato ai video maker intenzionati a esprimere la loro creatività in 30/60 secondi, con l’obiettivo di raccontare la propria visione del territorio regionale.

Il contest, esempio di comunicazione partecipativa molto attenta all’efficacia e all’immediatezza del linguaggio utilizzato, è stato promosso anche tramite post sulla pagina ufficiale di Facebook, mettendo in atto una strategia che, basandosi sul coinvolgimento pratico dell’utenza, non può che rendere ancora più chiari i punti forti del territorio.

Valorizzare l’unicità culturale di un territorio è un dovere per gli che, come è chiaro da questi punti, hanno a disposizione numerosi mezzi per rendere i social un punto di riferimento valido al proposito.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli per PA Social:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)