Social Media Training E Personal Branding: Account Personali E Account Professionali Sono La Stessa Cosa

Account Personale E Account Professionale Sono La Stessa Cosa - Di Mattia AlbaniPartiamo da un concetto basilare del social media training e del personal branding: non c’è alcuna differenza tra un account personale e account professionale. Questo deve essere chiaro da subito. Deve essere il tuo mantra.

Se, come me, passi buona parte del tuo tempo sui social media, che sia per lavoro o per divertimento poco importa, avrai sicuramente visto tantissimi profili con questo disclaimer: “Le opinioni qui espresse non rappresentano quelle del mio datore di lavoro”. Capita. Giuro. Molto più spesso di quanto tu possa immaginare.

Be’, sappi una cosa: è una sciocchezza! Perché non c’è alcuna differenza tra un account personale e account professionale.

Un Po’ Di Buon Senso Non Fa Mai Male

È automatico che quello che pubblichi sui tuoi profili si rifletta sul tuo datore di lavoro o sull’azienda per cui lavori. Ne sa qualcosa un membro dell’esecutivo della Ketchum, un’agenzia di public relation e marketing con sede a New York e filiali in tutto il mondo (tra cui Milano), che nel 2009, dopo essere atterrato a Memphis, per incontrare un cliente, ha twittato: “I would die if I had to live here!” (“Vorrei morire se dovessi vivere qui!”). Il tweet è partito dal suo account personale e non da quello aziendale. Purtroppo per lui, però, il suo cliente a Memphis, ha visto il tweet e, diciamo, non l’ha presa proprio bene bene. Fatto sta che nel giro di qualche mese, questo membro dell’esecutivo ha dovuto lasciare la Ketchum di gran carriera.

Ricorda il tuo mantra, quindi: non c’è alcuna differenza tra un account personale e account professionale. Fai sempre attenzione.

Questo della Ketchum è solo un esempio, ma ce ne sono a centinaia. Pensate a quante persone del mondo dello spettacolo, della politica, della comunicazione e via dicendo, si sono trovate a dover chiedere scusa per rimediare a una gaffe fatta sui social…

Vedi? Non c’è alcuna differenza tra un account personale e account professionale.

Attenzione Al Personal Branding

Account Personale E Account Professionale Sono La Stessa Cosa - Di Mattia AlbaniUn’altra ragione, non meno importante, per cui fare sempre attenzione a quello che pubblichi sui tuoi account personali, oltre ai danni d’immagini che ne potresti riportare, è che, ormai, la maggior parte dei responsabili delle assunzioni, prima di chiamare un candidato per un eventuale colloquio, guarda i suoi account social. Per cui un post o un tweet poco, come dire, “gradevole” può essere quanto basta per precluderti alcune possibilità lavorative.

Stesso discorso, ad esempio, vale per le personalità politiche. Fai una gaffe sui social e sei subito segnato. E sei subito sbeffeggiato. E sei subito perdente. Basta un attimo. È come quando calpesti un chewingum: non te ne liberi mai così facilmente e, comunque, mai prima di aver lasciato una scia appiccicosa dietro di te.

Piccolo consiglio di social media training e personal branding: a meno che tu non sia un cabarettista o un comico o qualcosa del genere, categorie che, grosso modo, possono permettersi di spingersi oltre i limiti con maggiore disinvoltura ma, anche qui, senza esagerare; a meno che tu non sia uno comico o un cabarettista, quindi, sui social evita sempre (sempre!) riferimenti grossolani a sesso, genere, razza, religione o orientamento sessuale.

Non c’è alcuna differenza tra un account personale e account professionale, quindi, prima di premere “invio”, rileggi sempre bene il tuo post (meglio una volta in più che una volta in meno, in certi casi). E ricorda: una volta sul web sarà sul web per sempre.

La Tua Esperienza

E tu, hai qualche esempio lampante di gaffe sui social che ha compromesso o rischiato di compromettere l’immagine di un brand o di una figura pubblica?


Potrebbe interessarti anche: