PA Social: Milano e il case history del Salone del Mobile

Una PA Social deve sempre curare la copertura di eventi di respiro internazionale, fondamentali per tener alta la propria reputazione.

pa-social-salone-del-modile-milano-mistermedia

Gli enti della pubblica amministrazione che puntano a comunicare in maniera efficace sui social devono anche curare la copertura di eventi di respiro internazionale, occasioni fondamentali per tenere alta la reputazione del brand (ogni ente della PA è un brand a tutti gli effetti).

L’esempio del Comune di Milano e del Salone del Mobile, evento di grande importanza, rappresenta un valido punto di partenza per capire qualcosa di più in merito e per chiarire i consigli tecnici che gli enti della PA Social dovrebbero seguire in situazioni simili.

Oggi ne analizziamo assieme tre, concentrando l’attenzione sul ‘racconto’ social della 55° edizione della kermesse.

[Tweet “#PASocial: 3 consigli per comunicare eventi di portata internazionale.”]

1. Curare ogni contenuto

Il primo aspetto da considerare per quanto riguarda i punti di forza della copertura social di un evento internazionale come il Salone del Mobile riguarda la cura dettagliata dei contenuti.

Nel case history che stiamo approfondendo è stata messa in atto soprattutto sulla pagina Facebook ufficiale, dove si spazia dal contenuto visuale al blogging – qui la nota con la guida completa agli eventi del Salone e del Fuorisalone – il che rende la pagina Facebook principale del Comune di Milano un punto di riferimento completo per informarsi sui social in merito alla kermesse.

2. Accessibilità

Le PA Social che curano la copertura social di un evento come il Salone del Mobile devono mettere in primo piano un aspetto come l’accessibilità, essenziale per intercettare un’utenza il più consistente possibile dal punto di vista numerico.

Proprio per via della già ricordata portata internazionale dell’evento è necessario fare attenzione alla chiarezza dei contenuti proposti su tutte le piattaforme social presidiate.

Come muoversi al meglio da questo punto di vista? Puntando su Twitter, il social della sintesi e dei contenuti immediati, e proponendo contenuti multilingua (vedi immagine sottostante per un esempio specifico relativo all’account Twitter principale del Comune di Milano).

pubblica amministrazione

3. Spazio ai consigli informativi

Una peculiarità senza dubbio interessante del trattamento social di due eventi come il Salone del Mobile e il Fuorisalone riguarda i consigli informativi che sono stati forniti sull’account Twitter principale del Comune di Milano, dove è stato divulgato il post visibile qui e nell’immagine sottostante, caratterizzato dalla citazione degli account più utili da seguire per orientarsi al Fuorisalone.

pubblica amministrazione

In questo modo l’utente finale diventa ancora più protagonista del processo di comunicazione con gli enti della pubblica amministrazione, grazie alla possibilità di personalizzare ulteriormente le proprie fonti di riferimento.

La reputazione di un ente della pubblica amministrazione

Ogni singolo ente di una PA Social deve mettere in primo piano la necessità di curare la reputazione, processo che passa anche dalla copertura efficace di eventi di respiro internazionale, la cui storia, come nel caso del Salone del Mobile e del suo rapporto con la città di Milano, è profondamente legata alle peculiarità di un territorio.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli per PA Social:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
<p>Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.</p> <p>Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”</p> <p>Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.</p> <p>Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.</p> <p>Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel.<br /> Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.</p>
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)