PA social: come costruire un calendario editoriale per Facebook

Parlare di PA social significa considerare le basi tecniche di una presenza di qualità, che sono legate anche al calendario editoriale per Facebook.

Curare i dettagli del calendario editoriale della pagina Faceboook di un ente della pubblica amministrazione significa lavorare al valore dell’interazione con l’utenza e dare concretezza ai dettagli del piano.

Ovviamente per raggiungere buoni risultati è necessario tenere conto di alcune indicazioni tecniche. Quali sono? Oggi rispondiamo a questa domanda approfondendo un tema essenziale per la PA social e per gli enti che vogliono dialogare in maniera costruttiva con il proprio target.

PA social calendario editoriale per Facebook

Stabilisci appuntamenti quotidiani o settimanali fissi

Il calendario editoriale per Facebook è sempre frutto di un processo di pianificazione, che deve tenere conto di eventuali variazioni in corso d’opera.

Data questa doverosa premessa è possibile parlare di consigli pratici effettivi, come per esempio quello di stabilire appuntamenti quotidiani o settimanali fissi, capaci di rendere la pagina Facebook un punto di riferimento informativo di qualità.

Gli esempi a tal proposito sono tanti. In questo novero è possibile ricordare il calendario degli eventi del week end pubblicato ogni venerdì sulla pagina Facebook del Comune di Milano (fondamentale per l’efficacia è la riconoscibilità del contenuto visivo).

pubblica amministrazione

Non trascurare mai il listening

Il processo di listening è nodale ai fini della costruzione di una presenza social di qualità per gli enti della pubblica amministrazione. Il suo ruolo è rilevante anche nella definizione del calendario editoriale per Facebook, dal momento che i commenti degli utenti possono essere utilizzati come punto di partenza per la creazione di contenuti utili.

Per un esempio tecnico utile possiamo fare riferimento a questa nota testuale pubblicata sulla pagina del Comune di Milano in seguito a numerose domande relative alle misure di blocco del traffico (vedi immagine sottostante per i primi paragrafi).

pubblica amministrazione

Attenzione a comunicazione di crisi e prevenzione

Il calendario editoriale della pagina Facebook di un ente della pubblica amministrazione, come già ricordato, deve essere sempre aperto alle variazioni.

Muoversi in modalità beta è fondamentale soprattutto in vista di casi di comunicazione di crisi e di situazioni in cui è necessario mettere in campo contenuti di qualità anche in ottica di prevenzione.

Un esempio molto utile al proposito sono le allerte meteo, circostanze in cui è essenziale ricorrere a scelte tecniche puntuali e strutturate, come dimostra il caso del Comune di Pistoia e di un contenuto di questa natura divulgato su Facebook con in primo piano l’hashtag ufficiale per monitorare la situazione (vedi immagine sottostante).

pubblica amministrazione

L’importanza di un calendario editoriale per Facebook

La qualità della presenza social di un ente della pubblica amministrazione si vede anche dalla capacità di gestire in maniera flessibile il calendario editoriale su Facebook, uno strumento tecnico e pratico del quale non si può fare a meno se si punta a fornire agli utenti un servizio di valore.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli per PA Social:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.