Media Training: la foto che convince

media training

In questi giorni hanno fatto il giro del web le foto di Silvio Berlusconi al naturale che possono rappresentare uno spunto di media training molto interessante. Per quale motivo? Per analizzare la valenza comunicativa delle immagini di una figura politica esternate con un preciso intento elettorale.

Il web 3.0 ci porta ogni giorno davanti agli occhi un numero esagerato di immagini, riguardanti anche la comunicazione politica. In questo overload informativo ci sono anche le foto aventi lo specifico obiettivo di convincere l’utenza a votare per un particolare candidato.

Il media training di qualità deve tenere conto di questo aspetto: la foto che convince deve essere frutto di una selezione molto accurata e di un’operazione di osservazione dell’orizzonte psicologico dell’utenza.

Se ci seguirete nelle prossime righe troverete qualche consiglio di media training efficace per scegliere in maniera performante e ragionata una foto capace non solo d’informare ma anche di convincere.

  • La foto è un messaggio: la case history di Silvio Berlusconi e delle sue ultime foto ufficiali può essere un esempio molto interessante a questo proposito. L’immagine è un messaggio molto forte in comunicazione politica e nel caso del leader di Forza Italia è stato possibile vedere un repentino cambio di codice da questo punto di vista (il passaggio da un’artificiosità quasi teatrale alla naturalezza), aspetto che può rendere difficile inquadrare le caratteristiche del personal branding di una figura politica.

Il consiglio è quindi di gestire il media training legato alla foto “elettorale” tenendo conto del fatto che l’immagine fa parte di un mondo di contenuti che non può essere lasciato da parte come se nulla fosse.

  • Il sorriso e l’equilibrio: il sorriso è un gesto comunicativo fondamentale quando si parla d’interazione psicologica e in comunicazione politica questo aspetto si può definire amplificato. Gestire in maniera performante il media training legato alla foto “elettorale” e sceglierne una che convinca può significare dare spazio a questa espressione in maniera equilibrata.

Il nostro consiglio è quindi di optare per un sorriso magari appena accennato, in modo da evitare di far passare all’utenza un messaggio troppo enfatico.

media training

A questo proposito è possibile riscontrare un esempio positivo nelle immagini del profilo di Facebook di Michela Murgia, dove la scrittrice candidata alle elezioni in Sardegna appare con un sorriso molto naturale e una posa fisica generale estremamente rilassata.

  • Sì al colore: la foto che convince è meglio sia a colori. Il media training efficace legato alla potenza delle immagini in comunicazione politica vede nelle foto in bianco e nero un altro aspetto di artificiosità e di “lontananza” dall’orizzonte percettivo dell’utenza.

La foto che convince in politica esiste: solo un processo di media training attento può aiutare a trovarla senza problemi e soprattutto senza guastare la qualità e la caratterizzazione di un percorso di comunicazione consolidato.



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.