Come gestire un’intervista per il lancio di un prodotto

L’attenzione al media training è utile in tante situazioni, tra le quali è possibile ricordare il lancio di un prodotto.

media-training-mark-zuckerberg-lacio-di-prodotto

Quando si rilascia un’intervista o si risponde ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa ci si muove impegnandosi a ottimizzare un determinato messaggio; questo vale in tutti i casi e in particolare in occasione del lancio di un prodotto, una circostanza in cui risulta particolarmente rilevante esprimersi in maniera chiara.

Quali sono i consigli di media training più utili per gestire un’intervista in questi casi? Per rispondere a questa domanda analizziamo tre brevi pillole tecniche.

[Tweet “#MediaTraining: 3 consigli da seguire quando si rilascia un’intervista per il lancio di un prodotto”]

Definire un messaggio chiave (cfr. Steve Jobs)

Quando si rilascia un’intervista in occasione del lancio di un prodotto è bene definire un messaggio chiave chiaro e immediatamente riconoscibile. Il consiglio di media training migliore in questi frangenti consiste nel puntare sull’essenzialità, come è stato fatto da Steve Jobs nell’intervista a cui è dedicato il video sottostante, rilasciata ai tempi del lancio del primo modello di iPhone e caratterizzata dal messaggio chiave We are going to reinvent the phone.

Approfondire senza andare fuori tema (cfr. Mark Zuckerberg)

Le risposte telegrafiche non sono funzionali quando si parla di interviste o conferenze stampa legate a lanci di prodotto. Approfondire senza andare fuori tema è un’impostazione di media training basilare in questi casi, un modo per mettere in primo piano aspetti come la chiarezza e la naturalezza, che possono risultare decisivi quando si risponde alle domande dei giornalisti con l’obiettivo di promuovere un prodotto.

Per trovare un esempio utile in merito possiamo guardare il video sottostante a partire da 0:16. Si tratta di una parte della conferenza stampa di lancio della funzione Graph Search di Facebook, durante la quale Zuckerberg, rispondendo alla domanda di un giornalista, fornisce un quadro completo delle procedure di beta testing.

L’abito fa il monaco, sempre (cfr. Steve Jobs e Mark Zuckerberg)

Quando ci si prepara per un’intervista è nodale considerare la qualità delle risposte, del linguaggio non verbale e la scelta dell’outfit, che influisce sulla reputazione del brand esattamente come la chiarezza dei contenuti.

In occasione di interviste o conferenze stampa dedicate a lanci di prodotto è ancora più importante concentrarsi su questo aspetto, in quanto è fondamentale lavorare sulla riconoscibilità del brand a fini promozionali.

I casi che abbiamo approfondito sono ottimi esempi in quanto vedono Jobs e Zuckerberg interagire con i giornalisti indossando due capi di abbigliamento come il maglione nero e la felpa, che definiscono in maniera univoca la loro immagine.

Interviste di qualità grazie al media training

Rilasciare interviste di qualità  è possibile solo se si cura il media training, allenandosi in maniera specifica a seconda dell’obiettivo dell’intervista e ricordando che le occasioni come i lanci di prodotto possono fare la differenza per il successo di un’azienda e per questo devono essere preparate concentrandosi anche sul rapporto con i media.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di media training per migliorare la tua comunicazione con i media:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
<p>Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.</p> <p>Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”</p> <p>Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.</p> <p>Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.</p> <p>Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel.<br /> Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.</p>
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)