Media training: Grillo e la comunicazione con i Media quando non si scende in campo

media

I mezzi di comunicazione e alcune strategie di media training ci hanno abituato all’espressione “scendere in campo” per quanto riguarda la decisione di intraprendere una carriera politica o di presentarsi come candidati a una singola consultazione elettorale.

Vi è però anche un rovescio della medaglia, ossia la decisione di non entrare in un contesto politico o di non presentare la propria lista a una tornata di elezioni. Il caso del M5S in Sardegna, prossima alle consultazioni elettorali regionali, può essere definito emblematico a questo proposito.

Il nostro obiettivo in queste righe sarà quello di condividere alcune riflessioni in merito alle strategie di media training migliori quando si tratta di comunicare la propria decisione di non presentarsi come candidati a una consultazione elettorale.

  • L’esposizione delle ragioni: la decisione di non presentarsi a una tornata di elezioni rappresenta un atto di comunicazione politica molto importante, specialmente in un caso di forte esposizione come quello del M5S a livello nazionale.

Esporre in maniera sintetica e precisa le ragioni della decisione rappresenta una mossa di media training semplice ma efficace. Nel caso del Movimento è possibile veder concretizzato questo aspetto in un post strutturato in maniera estremamente “scientifica”.

Le poche righe seguono infatti un percorso che parte dall’enunciazione della decisione di non presentarsi e arriva fino all’esposizione di quelli che saranno i progetti del M5S in futuro davanti a casi di questa natura.

Dal punto di vista del media training si tratta di una scelta molto performante, in quanto introduce l’utente nell’orizzonte di un percorso di comunicazione caratterizzato da estrema chiarezza e praticamente suddiviso per punti, in modo da rendere più agevole la fruizione delle informazioni.

  • La risposta alle polemiche: la decisione del M5S di non presentarsi alle elezioni regionali in Sardegna ha ovviamente scatenato non poche polemiche relative alla gestione di Grillo e diverse previsioni su una prossima spaccatura del Movimento.

Sono state diverse le polemiche e numerose le proteste degli attivisti sardi, atti che non hanno ricevuto alcuna risposta ufficiale da parte delle voci più esposte del Movimento.

media

Dal punto di vista dell’efficacia del media training si tratta di un passo falso, dal momento che toglie molta forza alla già citata chiarezza del post, mettendo in campo la mancanza di volontà ad aprirsi a un dialogo su un tema che può essere nodale per la gestione sia delle dinamiche interne al Movimento sia di quelle connesse con l’universo politico regionale.

Quando si innesca un processo di comunicazione è fondamentale seguirne tutti gli sviluppi e non lasciare nulla di incompleto: osservando il media training del M5S in merito a una decisione senza dubbio forte si può dire che l’inizio sia stato in discesa, mentre nella gestione finale sia riscontrabile un po’ di fatica, forse dovuta alla da noi già ricordata mancanza di un’attenzione olistica al rapporto con i mezzi di comunicazione.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience