Media training e accoglienza: appunti dal primo giorno di Obama in Italia

comunicazione politica

L’arrivo di Barack Obama  a Roma non ha determinato solamente l’organizzazione di imponenti misure di sicurezza, ma anche la messa a fuoco di interessanti spunti di media training.

Osservare il modo in cui le autorità politiche di un Paese gestiscono il rapporto con tutti i mezzi di comunicazione in occasione di una visita internazionale così importante, può essere davvero utile per comprendere i meccanisimi di media training migliori per rafforzare la comunicazione di una formazione politica e l’immagine di un percorso istituzionale.

  • La forza dell’universalizzazione: una mossa di media training molto positiva è stata attuata da Matteo Renzi in conferenza stampa. Il Premier ha infatti chiamato in causa, parlando nello specifico dell’appuntamento con Expo 2015 e dell’impegno italiano, quello che è lo slogan simbolo del percorso politico e di comunicazione di Obama, ossia il celeberrimo “Yes we can!”.

Universalizzare la valenza di questa frase, già di suo carica di significati includenti, è un ottimo modo per portare all’universo percettivo dellutenza non solo il messaggio di un parallelismo tra i due percorsi politici, ma anche il valore potenzialmente rivoluzionario dell’iter istituzionale di Renzi.

  • Il silenzio social: sempre molto interessante dal punto di vista della gestione del media training è il silenzio social di Matteo Renzi. La scelta rappresenta in questo specifico caso un’impostazione poco utile dal punto di vista della divulgazione efficace dei contenuti, dal momento che è mancato un apparato di commenti “in diretta” su questioni importanti come l’Expo 2015 e il tema delle spese militari.

  • Le eccellenze come biglietto da visita: la giornata di ieri è stata caratterizzata anche dalla visita di Obama ad alcuni dei luoghi simbolo della città di Roma e dell’Italia in generale.

Per il Presidente USA non si tratta del primo viaggio nel nostro Paese, ma dal punto di vista dell’efficacia del media training risulta vantaggioso aver sottolineato – attraverso le visite ufficiali e diversi richiami discorsivi – quella che è l’importanza culturale ed economica di alcune delle eccellenze italiane.

Si è trattato di una straordinaria operazione di personal branding, vantaggiosa soprattutto se si pensa non solo a Expo 2015, ma anche al prossimo ruolo chiave dell’Italia nell’ambito del semestre europeo (luglio – dicembre 2014).

comunicazione politica

La due giorni di Obama a Roma è un evento dalla fortissima valenza culturale e comunicativa, il cui inizio è stato sostenuto da un’impostazione di media training molto completa e soprattutto attenta all’aspetto temporale e alle specificità culturali dell’Italia.

Il nodo mancante è forse quello dei social che, dal punto di vista del media training, avrebbero potuto essere delle interessanti vetrine di discussioni politiche. Se però si considera che dietro a tutto questo si muove comunque la maestria comunicativa di Matteo Renzi, è possibile aspettarsi delle interessanti sorprese per i prossimi giorni.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience