Media training: consigli per video efficaci

 social media training

Affinare le basi di social media training è indispensabile per un lavoro coerente ed efficace, che non può prescindere dall’attenzione alla specificità di ciascun contenuto. Integrare video efficaci nella propria strategia di social media training è ormai fondamentale se si vuole fidelizzare l’utenza e presentare in maniera mirata ed esauriente le principali caratteristiche di un brand.

Ecco qualche consiglio di social media training utile sia per non sbagliare, sia per mettere in atto delle strategie che risultino vincenti nel lungo termine.

  • L’effetto sorpresa: l’efficacia del medium video in una strategia di comunicazione è insita soprattutto nella capacità di coinvolgere in maniera totale l’utente, che si trova davanti a un prodotto quasi integrale dal punto di vista dell’esperienza sensoriale (ne abbiamo discusso anche qui). L’engagement momentaneo non rappresenta però un goal definitivo: è fondamentale che il target si ricordi del brand o del prodotto in maniera duratura. Per raggiungere questo scopo, l’integrazione dei contenuti video deve essere accompagnata da particolari accorgimenti di social media training, come per esempio il ricorso all’effetto sorpresa, in grado di proiettare l’utente in un orizzonte di storytelling completo.

Un esempio utile per comprendere questo punto è riscontrabile nel cortometraggio Papà, un video emozionale divulgato da Wind che parla dell’importanza d’intrattenere relazioni dirette e di aggirare la pervasività tecnologica. La presentazione di  un messaggio paradossale legato ai prodotti principali del brand rappresenta un’ottima impostazione strategica di social media training, che vede l’effetto sorpresa applicato ai suoi massimi livelli.

  • La citazione: l’utilizzo del medium video in una strategia di social media training implica, come abbiamo visto, la capacità di incontrare l’universo percettivo dell’utenza andando oltre la conquista momentanea dell’attenzione, che non assicura nessun ritorno d’investimento quando si lavora sulle piattaforme di networking. Per ottenere una fidelizzazione a lungo termine attraverso un contenuto video può essere utile sia sorprendere l’utente portandolo a riflettere sui valori generali dei prodotti del brand (come ricordato nel punto precedente), sia rimarcare l’unicità della propria proposta commerciale citando altri marchi. Per dare corpo a tale impostazione è fondamentale chiamare in causa “armi” retoriche come l’ironia. In questo caso risulta molto utile la conoscenza dei meme social, contenuti in cui è concretizzata una straordinaria sinergia tra ironia e immediatezza culturale.

Un riferimento positivo a questo proposito è il video virale Experience the power of a bookbook, realizzato da IKEA per presentare il catalogo 2015. Questo contenuto rappresenta un ottimo esempio di attenzione ai trucchi di social media training: il video del colosso svedese cita in maniera ironica un brand immediatamente riconoscibile come Apple e chiama in causa anche tutto l’universo di considerazioni riguardanti la potenza delle sue strategie di marketing.

L’esempio del video di IKEA (che sta cavalcando con grande acume l’onda della viralità proponendo sulle fan page Facebook anche immagini legate al concept appena ricordato) è molto interessante perché dimostra come una strategia di social media training efficace debba basarsi sulla conoscenza completa delle tendenze delle piattaforme di networking, ma anche sulla consapevolezza che l’utente che le frequenta si muove in un universo dinamico, e che ormai la presentazione lineare dei vantaggi di un prodotto non è utile alla fidelizzazione.

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.