Media Training aziendale: come si comunicano le acquisizioni

media training

Il media training di qualità quando si parla di mondo aziendale si sostiene anche sull’attenzione nei confronti della comunicazione di nuovi accordi commerciali. Un caso aziendale che sta facendo molto parlare in queste ore è l’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook.

Analizzare l’ossatura del media training che ruota attorno a un’operazione commerciale di questa portata può essere molto interessante dal punto di vista tecnico e nelle prossime righe vi guideremo alla scoperta di alcuni dettagli che possono essere utili per mettere a punto strategie di comunicazione performanti, anche se su scala minore.

  • La struttura del comunicato: la struttura di un comunicato stampa che ufficializza un’operazione commerciale di grande portata (non solo finanziaria) deve essere basata su punti molto precisi. In primo luogo è fondamentale inquadrare le caratteristiche delle realtà coinvolte nell’operazione, chiamando in causa soprattutto i punti forti del loro percorso.

Nel comunicato stampa diffuso da Facebook per ufficializzare l’acquisizione di WhatsApp è possibile vedere questo espediente messo in atto attraverso un elenco a punti che contiene i riferimenti principali al percorso dell’app di messaggistica istantanea. Il media training legato a operazioni commerciali di grande respiro si concretizza anche nella presentazione del percorso storico delle aziende coinvolte, in modo da guidare l’utente verso un orizzonte di comunicazione caratterizzato da un livello di chiarezza il più alto possibile.

  • Il focus sui motivi: comunicare un’acquisizione storica come quella di WhatsApp da parte di Facebook implica un’attenzione profonda nei confronti dei motivi dell’operazione. A questo proposito, al fine di improntare il media training aziendale su un percorso di maggior qualità possibile, è utile esprimerli in maniera assolutamente chiara.

Osservando la comunicazione messa in atto da Facebook in questo caso è possibile vedere un lavoro di qualità a questo proposito, soprattutto grazie al richiamo del concetto di mission aziendale, di suo fondamentale e ancor più potente quando si parla di novità di così grande importanza.

  • La personalizzazione: sempre nell’ottica di una comunicazione aziendale il più possibile chiara e vicina all’universo percettivo dell’utenza può essere utile una personalizzazione dei contenuti, soprattutto se legati a operazioni commerciali che implicano importanti cambiamenti strutturali.

Zuckerberg-515x300

In questo caso è possibile trovare una concretizzazione performante di tutto ciò nei contenuti del comunicato stampa ufficiale di WhatsApp, in cui vengono messi in campo riferimenti di profonda valenza emotiva come i richiami alla storia aziendale e alla coesione del team.

Comunicare nella maniera giusta un’operazione commerciale di grande respiro è un obiettivo fondamentale di qualsiasi percorso di media training aziendale. Per quanto riguarda le modalità di diffusione della notizia, in casi di forte esposizione come quello che abbiamo appena analizzato il comunicato ufficiale è il mezzo migliore, in quanto capace di rappresentare un punto di riferimento univoco per contenuti di importanza nodale anche dal punto di vista finanziario.



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.