Come si vince una campagna elettorale grazie ad un buon consulente politico? L’ Intervista a Dino Amenduni.

Dino Amenduni, classe 1984, di Bari, responsabile nuovi media e consulente di comunicazione politica di Proforma. Collaboratore per il Gruppo Espresso, Blogger e docente e tra i fondatori di Quink, è nello staff Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia.
Intercettato durante la sua lezione presso il Master in comunicazione politica e Marketing elettorale di Eidos Communication, dopo aver trattato temi cruciali come le campagne politiche del 2016, ha rilasciato un’interessante intervista sul ruolo del consulente politico oggi.


Come si vince una campagna elettorale? Quali sono i tuoi consigli?

Il primo consiglio è non iniziare mai una campagna elettorale senza un sondaggio o un’analisi dei dati. Se vi affidate solo al sentito dire, alla percezione personale del candidato o dei suoi sostenitori andrete incontro a brutte sorprese o problemi di percezione. Il secondo consiglio è soprattutto legato alla strategia. Partite dal posizionamento del vostro avversario.consulente politico

Ad esempio, Trump ha definito se stesso come un uomo Anti-establishment e ha costruito tutta la sua campagna elettorale anche su questo; in alcuni casi andando contro la Fox, andando contro il partito Repubblicano, andando contro le persone che lo sostenevano pur di mantenere questo profilo.
Contemporaneamente, Trump ha definito la Clinton come un’imbrogliona, fin dal primo giorno; lei non è mai riuscita a togliersi di dosso questo posizionamento.

L’ultimo consiglio, legato soprattutto alla quotidianità del consulente politico è quello di accettare la vita da campagna elettorale. Non dormirete e dovrete avere una disciplina molto ferrea per mantenere certi ritmi.
La consulenza politica non è un lavoro difficile, ma per farlo bene dovete mettere in discussione i vostri limiti e le vostre abitudini essendo sempre reperibili; questo rende un consulenze politico più pregiato sul mercato rispetto ad altri.

Quali consigli daresti a chi vuole diventare consulente politico e si vuole occupare di comunicazione politica?

Per chi vuole fare una consulenza di tipo strategico consiglio di iniziare da campagne territoriali, campagne piccole, dove avete però un ruolo di responsabilità sin da subito. Essere protagonisti in una piccola reatà è più costruttivo dell’esser l’ultima ruota del carro in una campagna più nota.

Il modo migliore per farvi conoscere sul campo è avere dei Case History da vantare come personaliRipeto, è meglio partire da piccoli centri, magari vincendo una campagna o dimostrando di aver fatto il nostro lavoro per poi crescere professionalmente.

Per quanto riguarda il lato tecnico il consiglio che vi do è di imparare le tecniche di photo e video editing, diventare autonomi dal punto di vista della produzione dei contenuti per i Social Media è ottimo. Saper montare un video, saper realizzare un piccolo manifesto con una scelta grafica vi renderà una risorsa molto appetibile soprattutto in campagne elettorali a basso budget.



Autore: Redazione MisterMedia
Biographical Info Vinicio Salvetti
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)