Il secolo degli uomini-ideali

obey-obama-166x250Fascisti, comunisti, capitalisti, socialisti, liberali,monarchici, democratici o repubblicani; il ventesimo secolo è stato il secolo delle definizioni, dei simboli e delle bandiere, dell’uomo che si immedesimava in un colore politico.

Come sarebbe stato il fascismo senza Mussolini  o il comunismo moderno senza il Che ? Questi uomini sono stati sostituiti alle icone che campeggiavano nelle bandiere dei loro partiti e tutto il mondo identifica degli ideali in queste persone e non il contrario.

Obama è un Democratico o i Democratici di tutto il mondo si sentono “Obamiani” ? sicuramente entrambe le cose, tutta la campagna elettorale del 2008 si è giocata più sulla sua immagine che su quella del partito.

In America è normale, la propaganda è sempre incentrata sui candidati, in Europa è diverso e in Italia i partiti sono numerosi e le persone sono maggiormente attaccate ai simboli che ai politici.

berl-250x170

Berlusconi è stato la novità: ha costituito il suo partito e ha sconfitto al primo colpo le armate elettorali di sinistra di centro e di destra. Grazie all’esperienza nel campo mediatico e pubblicitario e alle sue televisioni ha realizzato campagne elettorali molto convincenti incentrate sulla sua persona più un insieme di simboli e colori: il blu, la bandiera e il nome che rimandano alla tradizione di moderata.

Il suo partito ha cambiato più nomi, si è fuso con altri partiti e poi scisso, ma lui è il presidente del consiglio che ha governato di più in Italia.



Autore: Irene Bertucci
Biographical Info Irene Bertucci
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience