IL PORTALE ANTISPACCIO DEL PIGNETO A ROMA News

I cittadini del Pigneto, storico quartiere popolare romano a ridosso della via Casilina, a due passi dal centro storico della città, hanno deciso di realizzare la mappa antispaccio del quartiere.

Stanchi del clima di illegalità che da anni si respira nel quartiere, dove Pasolini girò “Accattone”, hanno pubblicato un portale dotato di una mappa interattiva tramite la quale segnalare le strade e i vicoli più frequentati dalla malavita e dalle bande organizzate che nel fine settimana hanno il totale controllo della zona.

L’obiettivo ovviamente è quello di attirare l’attenzione delle istituzioni cittadine e sollecitare l’intervento delle forze dell’ordine affinché risolvano in modo definitivo la questione.

L’iniziativa è stata sposata da tutto il quartiere e soprattutto dai suoi residenti. In una mappa di Google (alla fine dell’articolo) è possibile segnalare il degrado e le criticità delle strade attraversate dallo spaccio.

In esse sono indicati i nascondigli dell’eroina e di altre sostanze vendute quando il sole tramonta, i gruppi di spaccio, gli angoli dove avvengono le contrattazioni, quelli in cui stazionano le sentinelle pronte a segnalare l’arrivo della polizia, i punti di consumo, di ritrovo e persino quali muri vengono utilizzati come bagni pubblici dai criminali.

Il metodo della mappa interattiva, che in questo caso è ideato in chiave antispaccio, rappresenta una opportunità enorme per le amministrazioni locali, le quali potrebbero dotarsi di mappe simili dedicate ad ambiti diversi: verde pubblico, viabilità, decoro urbano, promozione turistica. In questo modo le amministrazioni avrebbero il vantaggio di aprire un canale di dialogo diretto con la popolazione e di far partecipare la cittadinanza alla tutela dei beni pubblici, migliorando lo spirito di comunità.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience