Perché è importante essere sui social

essere-visibili-sui-social
Essere sui social è importante per semplificare e rendere più efficace tutto il meccanismo di promozione (e auto promozione) di un brand.

Siccome, ci piaccia o non ci piaccia, i social, ad oggi, rappresentano ancora il futuro della comunicazione e del marketing a tutti i livelli, e siccome, si sa, a noi italiani le novità ci mettono sempre un po’ di più che altrove a scaldare il cuore, non fa mai male postare qualche piccola riflessione di social media training, di tanto in tanto, così, giusto per prendere confidenza con il mezzo.

Veniamo subito al sodo, e cioè

Cosa si può fare con i social?

La domanda potrebbe sembrare sciocca; ma attenzione: siamo proprio sicuri di saperlo veramente e con precisione?

Attraverso i social network possiamo fare davvero tante cose; ma le più interessanti e immediatamente utili anche ad un neofita dei social sono 3:

  • Creare pagine e post che forniscono link in entrata al nostro sito (cosa davvero utile per aumentare il traffico al tuo sito e incrementare la link popularity);
  • Creare pagine e post che acquisiscano un discreto posizionamento all’interno dei motori di ricerca, anche senza un approfondito studio delle parole chiave;
  • Creare pagine e profili che attirino su di sé link, attenzioni e interazioni da parte degli altri utenti;
  • Rendere visibile, attraverso la condivisione, i contenuti del nostro sito ad un pubblico esponenzialmente maggiore.

È inutile che stiamo qui a dirci quali benefici derivano da queste opportunità, no? Proviamo a pensarci da soli…

Quale strategia usare sui social?

Per prima cosa, è necessario definire BENE i nostri obiettivi – spesso, molte delle finalità che ci prefiggiamo andranno ad accavallarsi le une sulle altre, ma dobbiamo rimanere lucidi e concentrati su quello che è il nostro vero obiettivo, su quello che vogliamo raggiungere veramente.

C’è chi decide di affidarsi ai social network per spingere un link con un commento negativo sotto i primi 10 – 20 risultati di Google; per altri è un modo per ottenere gratuitamente link di rimando ai propri siti; per la maggior parte degli utenti, l’aspetto più importante è essere visibili sui social – ormai è assodato che una persona o un’azienda presente in maniera costante e  corretta sui social network ne tragga notevoli benefici d’immagine (a patto, ovviamente, di conoscere le regole basilari del social media training).

Ed è su quest’ultimo aspetto che ci concentreremo oggi, su come i social ci rendono più visibili al mondo.

Essere visibili sui social

L’obiettivo finale dell’essere visibili sui social è di avere il potere di influenzare – quando avremo acquisito una certa visibilità e una significativa autorevolezza, tutto il meccanismo di promozione (e auto promozione) diventerà molto più semplice, a prescindere da quale sarà la nostra strategia: costruire legami, indicizzare la pagine nei motori di ricerca, generare contatti e quant’altro, tutto questo potrà essere fatto meglio, molto meglio, grazie a un profilo social in primo piano.

Se disponiamo di un profilo autorevole su siti come Facebook, Twitter, Pinterest, Google Plus, LinkedIn, Instagram e compagnia bella, così come in un blog, disponiamo, anche, di una significativa capacità di influenzare le discussioni, creare contenuti e spingere la visibilità dei link.

Una volta che abbiamo costruito un profilo che gli utenti riconoscono come una preziosa fonte di informazioni in un determinato settore, quasi automaticamente diventiamo più autorevoli in quella specifica materia. I nostri post, le nostre segnalazioni, i nostri commenti e via dicendo assumeranno un valore superiore rispetto a quelli di nuovi utenti. Accade la stessa cosa anche nel mondo “reale”, in quello off-line, per intenderci: più è grande una voce e più fa rumore.

Quale social network scegliere?

Supponiamo di avere bene in mente quali sono i nostri obiettivi; bene, adesso abbiamo bisogno di capire su quale social network è più conveniente aprire un profilo e iniziare a interagire.

I migliori social network, è quasi inutile dirlo, sono quelli che hanno raggiunto popolarità sufficiente per attirare visitatori e link e per influenzare i motori di ricerca.

Non dimentichiamoci, comunque, che ogni social ha specifici settori di interesse e tutti richiedono una particolare attenzione ai dettagli e una sub-strategia che tenga conto delle particolarità e delle attitudini dei suoi utenti.

Ad ogni modo, l’esperienza è sempre il modo migliore per imparare a conoscerli e a capire come muoversi al loro interno. Quindi, prima di buttarsi a capofitto nella pubblicazione, condivisione, spamming e compagnia bella, cerchiamo SEMPRE prima di guardare, analizzare, capire e POI, solo poi, agire.

Il social media taining ci dà una mano

Queste sono solo alcuni piccoli consigli di social media training che possono tornare molto utili a chiunque voglia iniziare ad approcciarsi correttamente al mondo dei social network con lo scopo di implementare il proprio business e il proprio (anche personal) branding grazie alla grande visibilità che questi nuovi media sociali riescono a garantire a chiunque abbia la reale volontà di approcciarvisi con serietà e dedizione (o di affidarsi a un professionista per farlo)

Il consiglio principale, però, è sempre uno: prima di compiere qualsiasi azione, guarda, esamina, studia!


Articoli correlati



+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)