Ufficio stampa: tutte le facce del comunicato stampa

comunicazione politicaChi si muove nel complesso universo della comunicazione politica, deve aver presenti diversi aspetti che sono alla base di tutto il meccanismo che regola il rapporto tra istituzioni e cittadini. Tra gli elementi fondamentali quando si parla di approccio tra mondo politico e utenza finale e tra mondo politico e media c’è il comunicato stampa.

Quando si ricopre un ruolo politico, parlare attraverso un comunicato stampa è una scelta di grandissima forza, in grado di influenzare in maniera profonda l’universo percettivo dei destinatari finali del processo, ovvero gli elettori che ogni giorno si trovano davanti a situazioni di gestione della comunicazione estremamente interessanti dal punto di vista tattico.

Vediamo assieme alcuni casi che possono essere usati come esempio per scoprire la portata di un comunicato stampa, e quale ruolo può avere questo mezzo in un contesto in cui è ogni giorno più chiara l’ibridazione tra diversi canali mediatici.

  • Il comunicato stampa come arma, ossia il caso Grillo. La case history del M5S è un contesto fervido di spunti dal punto di vista dello studio della comunicazione, che trova espressione concreta anche attraverso i comunicati stampa.

grillo

La gestione di questo aspetto da parte dei militanti grillini è molto particolare, dal momento che vi ricorrono in situazioni di cruciale centralità, utilizzando il mezzo come palcoscenico per enfatizzare ancora di più la loro posizione.

Un esempio che abbiamo ancora sotto gli occhi è quello del comunicato diffuso in occasione della rielezione di Giorgio Napolitano a Presidente della Repubblica, quando i vertici del Movimento hanno diffuso in rete la loro opinione sul fatto attraverso poche e incisive righe, che contenevano tutte le principali caratteristiche della loro strategia comunicativa, dalle metafore al linguaggio non sempre leggero.

Si tratta di una tattica che, dal punto di vista della penetrazione del messaggio, è in grado di riscuotere successo, dal momento che condensa in poco spazio diversi punti di vista molto forti, rendendo molto più efficace la fruizione di altri mezzi di comunicazione utilizzati dalla formazione politica.

Il rischio è però quello di perdere un po’ di vista quella che è l’ossatura tecnica di un comunicato stampa, un’utilità mediatica che ha tra gli obiettivi  la diffusione di nuove posizioni ufficiali, e non l’amplificazione di concetti già presentati più volte al pubblico, rendendo così facile la creazione di una situazione di pervasività dei messaggi.

  • L’importanza della glocalizzazione: il neologismo “glocale” è diventato molto importante in comunicazione politica, soprattutto quando si parla di rapporti tra istituzioni e cittadini. Ormai anche le realtà più circoscritte devono muoversi tenendo conto di essere parte di un organismo complesso e articolato, e un esempio molto interessante da questo punto di vista è la presa di posizione tramite un comunicato stampa in merito a fatti di politica estera.

Tra gli avvenimenti che stanno destando maggior clamore mediatico in questi giorni c’è senza dubbio la rivolta in Turchia, ed è interessante vedere il trattamento della questione da parte di alcune formazioni politiche.

Un caso emblematico è il comunicato stampa diffuso dal sito del PD, in cui vengono riportate soltanto alcune considerazioni del capogruppo del partito in Commissione Esteri.

Commentare fatti internazionali attraverso l’essenzialità di un comunicato stampa contenente unicamente dichiarazioni ufficiali è una scelta di grandissima forza, che riesce a rappresentare un punto di riferimento nodale quando si tratta di gestire a livello macro la posizione di un partito.



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience