Comunicazione politica: consigli di storytelling per la campagna elettorale permanente

comunicazione politica

L’integrazione dello storytelling in una strategia di comunicazione politica è essenziale, soprattutto nell’ottica di una campagna elettorale permanente.

In queste situazioni è fondamentale coltivare un rapporto costante con il target di riferimento, e assicurare ai propri contenuti una riconoscibilità a lungo termine, nodale per colpire l’universo percettivo dell’utenza.

L’efficacia di una strategia di comunicazione politica non può prescindere da un processo strutturato di content curation, che vede nell’attenzione agli elementi di storytelling un aspetto nodale per muoversi mettendo in primo piano la qualità tecnica. Ecco per voi qualche consiglio utile al proposito.

Cura la video gallery

L’ottimizzazione della video gallery ufficiale costituisce un aspetto fondamentale per l’efficacia della comunicazione politica legata a una campagna elettorale permanente. I contenuti video rappresentano un canale primario per integrare lo storytelling, e renderlo un elemento utile alla fidelizzazione dell’utenza. Curare la video gallery ufficiale e renderla funzionale a  tale scopo significa prima di tutto aggiornarla costantemente, ‘raccontare’ personalmente le caratteristiche del proprio percorso e aprirsi a processi di storytelling collaborativo.

Questa scelta tecnica è riscontrabile osservando la video gallery di Organizing for Action, caratterizzata dalla presenza di contributi video che hanno come protagonisti cittadini sostenitori, che parlano del loro punto di vista sui progetti della fondazione e sulle riforme presidenziali.

Fai attenzione ai social, a partire dalla bio

I social media sono essenziali per la comunicazione politica efficace, soprattutto se orientata alla gestione di una campagna elettorale permanente. Le pagine social costituiscono un biglietto da visita fondamentale per il personal branding di una figura politica, e, nel caso di un processo di comunicazione politica legato a una campagna elettorale permanente, è necessario curarle a partire dalla bio, facendo in modo di portare l’attenzione dell’utente su elementi immediatamente identificabili.

Un esempio per capire come si possa concretizzare tutto questo in maniera impeccabile è riscontrabile nella bio di Hillary Clinton su Twitter, un riferimento molto chiaro riguardante l’utilizzo dei microcontenuti e dello storytelling per raccontare in maniera diretta un percorso politico e professionale.

comunicazione politica

Non trascurare la newsletter

Nell’ottica di un processo di comunicazione politica incentrato su una campagna elettorale permanente, non si può non considerare la newsletter come un canale fondamentale per integrare elementi di storytelling. È l’utente stesso che, attraverso l’iscrizione, chiede di entrare a far parte del circuito di comunicazione e di ricevere contenuti interessanti sul brand.

L’opzione del visual storytelling rappresenta un’alternativa molto valida al proposito, utile per aumentare la fidelizzazione del target, soprattutto in momenti caratterizzati da un forte valore emozionale. Un esempio utile a tal proposito è riscontrabile osservando questa impostazione di visual storytelling, utilizzata nella newsletter della Casa Bianca per raccontare i traguardi della presidenza Obama nel corso del 2014.

La comunicazione politica efficace non può prescindere da un’attenzione costante alla qualità dello storytelling che, come abbiamo appena potuto vedere, è lo scheletro di qualsiasi campagna elettorale permanente, durante la quale è fondamentale adottare uno specifico tono di voce al fine di mettere in atto un percorso tecnicamente valido e utile a lungo termine.


Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”

Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.

Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.

Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero.

Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.