La campagna di comunicazione politica di Obama sul controllo delle armi

Gli ultimi mesi della presidenza di Barack Obama saranno ricordati per un case history di comunicazione politica senza dubbio interessante, ossia la campagna dedicata alle misure sul controllo del commercio di armi.

Analizzare questo caso di comunicazione politica – che ha riportato il tema del possesso personale delle armi da fuoco al centro del dibattito dei candidati alle primarie USA – significa tenere gli occhi aperti su alcuni trucchi tecnici utili sui social (e non solo), consigli pratici essenziali se si punta a trasmettere un messaggio in maniera efficace e incisiva.comunicazione politica

Cosa si può imparare da quello che è l’ultimo case history di comunicazione politica degli otto anni di presidenza Obama? Oggi rispondiamo a questa domanda individuando e analizzando tre punti che vale la pena approfondire.

La forza delle immagini

Parlare di comunicazione politica efficace vuol dire chiamare in causa necessariamente il ruolo dei contenuti visuali che, se scelti con attenzione, possono ‘parlare’ alla pancia del target, rendendo ancora più forte un determinato messaggio.

Nel caso della campagna dedicata alle misure sul controllo del commercio delle armi è possibile vedere un esempio utile in merito sull’account Twitter @BarackObama curato dallo staff del Presidente USA, dove, lo scorso 8 gennaio, è stata condivisa la foto visibile qui sotto, accompagnata da una citazione testuale altrettanto incisiva dal punto di vista emozionale.

comunicazione politica

Spazio ai sound bites

Un sound bites efficace può fare la differenza nell’ambito di una campagna di comunicazione politica. Il caso dei procedimenti di Obama contro il commercio delle armi è esemplificativo al proposito, come si può vedere dando un’occhiata all’account Twitter @POTUS, aperto nel maggio 2015 e gestito personalmente dal Presidente USA.

Dall’immagine sottostante è possibile vedere che il flusso dei tweet è caratterizzato soprattutto da contenuti testuali e da frasi chiare e dirette, ciascuna delle quali riesce da sola a fornire un’idea efficace in merito alla natura del provvedimento, questo senza mettere da parte la valenza emozionale.

comunicazione politica

Public speaking di qualità

L’attenzione alla qualità di public speaking è essenziale per l’efficacia di una campagna di comunicazione politica. Lo abbiamo ricordato diverse volte e possiamo farlo anche adesso facendo riferimento al discorso che Obama ha tenuto lo scorso 5 gennaio alla Casa Bianca, illustrando pubblicamente le misure prese per controllare il commercio delle armi.

Il discorso è contraddistinto da un incipit molto immediato dal punto di vista emozionale, questo grazie alla scelta di portare subito il focus – con un periodo breve e diretto – sulla descrizione di una sparatoria avvenuta nel 2011.

La comunicazione politica di valore

Questi punti aiutano ancora una volta a capire come la comunicazione politica di valore sia il frutto dello studio di messaggi mirati e incisivi, la cui eco dipende dalla cura strategica dedicata alla presenza sui social, ma anche dalla capacità di parlare davanti a un pubblico.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di comunicazione politica:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”

Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.

Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.

Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero.

Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.