Spunti di comunicazione politica dopo la nomination di Hillary Clinton

Parlare di comunicazione politica in questi giorni significa anche analizzare una novità importante come la nomination di Hillary Clinton.

comunicazione-politica-nomination-di-hillary-clinton

Ogni discorso di comunicazione politica, in questi giorni, è monopolizzato da una novità importante come la nomination di Hillary Clinton, che correrà ufficialmente come candidato democratico alla Casa Bianca in occasione delle presidenziali di novembre 2016.

Questo risultato, che rappresenta una svolta storica per lo scenario politico USA (Hillary Clinton è la prima donna candidata alla presidenza), è stato salutato con diverse scelte di comunicazione che vale la pena approfondire per capire come muoversi al meglio sui social.

La comunicazione politica di Hillary Clinton rappresenta senza dubbio un punto di rottura tecnicamente interessante che, anche nelle ore successive alla nomination democratica, ha fornito molti spunti utili per chi vuole tracciare un quadro esauriente della campagna elettorale USA, caratterizzata dalla presenza di diversi case history tecnicamente validi.

L’importanza dell’immagine del profilo social

La comunicazione politica di qualità è un processo che fa attenzione sia all’efficacia dei contenuti testuali, sia al potere delle immagini che, da sole, possono essere molto incisive e in grado di toccare più facilmente le corde emotive dell’utenza.

Nel caso della comunicazione politica legata alla nomination di Hillary Clinton è possibile vedere una cura tecnica di questo aspetto nel cambio delle immagini del profilo su Facebook e su Twitter, concretizzato con la scelta di una foto caratterizzata, anche grazie allo slogan immediato ed esauriente, da un ottimo livello di riconoscibilità.

comunicazione politica

Storytelling emozionale

Lo storytelling emozionale è parte della comunicazione politica di Hillary Clinon fin da prima dell’ufficializzazione della candidatura nel mese di aprile 2015. Risulta possibile parlare di questo approccio anche grazie a una spiccata concentrazione sull’ambito familiare, considerato parte integrante del brand (e della promozione dello stesso) che la Clinton in quanto politico è a tutti gli effetti.

Possiamo ritrovare questa impostazione anche nella comunicazione politica successiva alla nomination democratica, come è chiaro dall’immagine sottostante divulgata sia su Facebook sia su Twitter.

comunicazione politica

Public speaking e social media, un binomio di valore

Un ultimo particolare che merita un’analisi nell’ambito della comunicazione politica di Hillary Clinton in occasione della nomination democratica riguarda la scelta di postare sui social il video di un’occasione di public speaking.

Si tratta di una scelta congeniale, in quanto permette di dare spazio a contenuti chiari e immediati e di sottolineare nello specifico alcuni sound bites funzionali a mettere in risalto il lato più emotivo dell’intero processo di comunicazione.

Il percorso che sta portando alle battute finali delle elezioni USA 2016 è contraddistinto dalla presenza di numerosi case history di comunicazione politica che possono aiutare molto a capire come strutturare una campagna elettorale e, soprattutto, come rendere la strategia social un fattore decisivo di efficacia e riconoscibilità.

La comunicazione successiva alla nomination di Hillary Clinton è uno di questi esempi, la cui analisi consente di ripercorrere gli accorgimenti principali per una comunicazione politica di valore sui social.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di comunicazione politica:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)