Comunicazione politica: la campagna social di Bernie Sanders per i caucus

Parlare di comunicazione politica in queste settimane significa soprattutto analizzare il successo ottenuto da Bernie Sanders ai caucus di sabato 26 marzo in Alaska, alle Hawaii e nello Stato di Washington.

Vincendo con un ampio margine rispetto a Hillary Clinton, Bernie Sanders ha reso i recenti caucus democratici un’occasione in più per parlare di comunicazione politica sui social e di come è stata gestita la campagna in vista delle già ricordate consultazioni di sabato 26 marzo.

Quali sono i consigli tecnici più interessanti? Oggi rispondiamo assieme a questa domanda presentandovi tre pillole di comunicazione politica che vale la pena approfondire.

comunicazione politica bernie sanders social

Social… e non solo

Discutere di comunicazione politica sui social significa considerare anche l’integrazione con altri mezzi di comunicazione, che possono risultare essenziali per intercettare il maggior numero di persone e per fornire informazioni utili a livello pratico.

Nel caso della campagna social di Bernie Sanders è possibile riscontrare un’attenzione specifica a questo aspetto osservando la pagina Facebook ufficiale e, in particolare, la scelta di pubblicare un post con le istruzioni per ricevere via sms – mezzo di comunicazione 1.0 per eccellenza – le indicazioni logistiche per votare ai caucus (vedi immagine sottostante).

comunicazione politica

Attenzione alle leve emozionali

Un’altra caratteristica senza dubbio interessante nell’ambito della comunicazione politica di Bernie Sanders sui social riguarda l’attenzione alle leve emozionali, espressa in particolare con un video divulgato su Twitter e caratterizzato da immagini e riprese dedicate agli effetti della guerra in Iraq, narrata da chi l’ha vissuta in prima persona.

In questa scelta di comunicazione politica torna l’impostazione tecnica dell‘utente protagonista assoluto del processo narrativo, il che garantisce un maggior impatto emotivo e, di conseguenza, la sicurezza di parlare alle corde meno razionali del target.

Spazio alle informazioni pratiche

La campagna social di Bernie Sanders per i caucus democratici del 26 marzo si distingue per uno spazio importante dato alle informazioni di natura pratica. Oltre al già ricordato post dedicato alle informazioni via sms è possibile analizzare anche alcune infografiche, postate sempre sulla pagina ufficiale di Facebook, in cui si forniscono indicazioni generale sugli orari dei caucus nei singoli Stati, sulle modalità di registrazione e sui limiti anagrafici minimi per potersi presentare come elettori alle consultazioni (vedi immagine sottostante).

comunicazione politica

In questo modo i social non vengono visti come una mera cassa di risonanza dei contenuti della campagna, ma con uno strumento utile a livello pratico e immediato per esercitare il proprio diritto di voto.

Le primarie USA stanno continuando a fornire numerosi spunti interessanti per quanto riguarda la comunicazione politica. Sia che si parli di un dibattito televisivo, sia che si analizzi una strategia social è sempre utile approfondire i dettagli di ogni singola situazione, così da avere le idee più chiare sui trucchi tecnici da cui dipendono casi di successo come le vittorie di Bernie Sanders.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di comunicazione politica:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
<p>Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.</p> <p>Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”</p> <p>Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.</p> <p>Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.</p> <p>Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel.<br /> Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.</p>
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)