Appunti di fundraising permanente direttamente da USA 2016

Quando si parla di e-mail marketing legato alla comunicazione politica online non si può non ricordare l’importanza del fundraising permanente.

comunicazione-politica-fundraising-permanente

Anche in questo caso è possibile trovare nelle primarie USA 2016 un riferimento per capire come ci si dovrebbe muovere e, soprattutto, quali siano le leve più efficaci per convincere il target di riferimento a donare di volta in volta.

Il binomio e-mail marketing-comunicazione politica è una globalità che deve essere approfondita, cercando di capire quali siano i punti forti delle varie strategie di fundrasing permanente messe in atto nel corso della campagna elettorale per le primarie USA 2016.

Emozione in primo piano

L’emozione è una leva fondamentale quando si discute di fundraising permanente in una campagna di comunicazione politica online. Si tratta di un’impostazione tecnica tanto semplice quanto efficace, che consente di andare a toccare le corde meno razionali dell’utenza, avendo così maggiori possibilità di convincere.

Per un esempio al proposito possiamo chiamare in causa quest tweet di Hillary Clinton, dedicato a una campagna di fundrasing per la regolamentazione del commercio di armi e contraddistinto da un richiamo ad alto tasso emotivo alle vicende personali dei familiari stretti delle vittime di sparatorie (vedi immagine sottostante per il testo specifico del post).

comunicazione politica

Spazio a un obiettivo principale

Un altro trucco per rendere il fundraising permanente un alleato della comunicazione politica di qualità consiste nel dare spazio a un obiettivo specifico che deve risaltare sugli altri, in modo da evitare confusione nel target e, soprattutto, da riuscire a motivare in maniera più immediata e veloce.

Di riferimenti utili in merito ce ne sono diversi e tra questi abbiamo scelto di analizzare una newsletter di Bernie Sanders, che ha scelto di incentrare un intero messaggio e-mail su una chiamata al fundraising mettendo come obiettivo principale la necessità di sconfiggere Donald Trump, alla luce della recente ritirata di Ted Cruz e Kasich dalla corsa alle primarie (vedi immagine sottostante con i primi paragrafi della newsletter).

comunicazione politica

Attenzione all’headline

L’ultimo aspetto da non perdere di vista quando si discute di comunicazione politica e fundrasing permanente riguarda l’importanza dell’headline, che deve essere esauriente ma nel contempo motivante ed efficace. Anche in questo caso dallo scenario delle primarie USA possiamo trarre degli spunti molto interessanti.

Uno di questi riguarda ancora una volta Hillary Clinton che, tra le varie newsletter, ne ha divulgata una finalizzata a ottimizzare il fundrasing in Ohio, Colorado e Florida, caratterizzata da una headline diretta ed emotivamente coinvolgente anche per via della presenza di un termine scritto con lettere maiuscole (vedi immagine sottostante).

comunicazione politica

 Il fundraising permanente

Il fundraising permanente è un aspetto essenziale nella comunicazione politica online. Per ottimizzarlo è necessario lavorare sia sui social sia nell’ambito dell’e-mail marketing, ricordando che ogni singolo contenuto deve essere curato nell’ottica di uno specifico obiettivo di persuasione.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di comunicazione politica:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)