3 Tips per rafforzare la tua comunicazione politica con l’email marketing

comunicazione politica

Quando si parla di comunicazione politica non si può non chiamare in causa l’importanza dell’email marketing, i cui fondamenti tecnici non devono essere dimenticati se si ha intenzione di portare avanti in maniera efficace una campagna e di raggiungere specifici obiettivi.

La comunicazione politica non può prescindere da una presenza social di qualità su ciascuna delle piattaforme presidiate ma neppure da un‘attenzione costante all’email marketing, un’operazione che ricopre un ruolo essenziale nella fidelizzazione della community e nella costruzione di una valida reputazione online.

Fare email marketing in comunicazione politica significa avere le idee chiare sui già ricordati punti base – chi volesse fare un breve ripasso può trovare qualche informazione qui – e proseguire ottimizzando ogni singola azione. Ecco tre consigli per riuscirci, con qualche esempio concreto dedicato a chi vuole approfondire la rilevanza dell’email marketing in comunicazione politica.

Motiva concretamente l’utente

L’email marketing in comunicazione politica è sempre legato a un piano strutturato, che si muove con la necessità di raggiungere determinati obiettivi rispettando precise tempistiche.

A questo proposito è nodale motivare l’utente, per esempio attraverso contenuti in grado di illustrare in maniera esauriente ma efficace i risultati di una determinata azione. Un esempio utile al proposito possiamo trovarlo nella mail di benvenuto che viene inviata a chi sceglie di aderire alla campagna di fundraising di Hillary Clinton.

comunicazione politica

Come si vede nell’immagine sovrastante, l’utente viene motivato a donare attraverso una spiegazione diretta e concisa del ruolo del suo contributo nell’ambito dell’intera campagna di fundraising.

Cura l’aspetto dell’interattività

L’interattività costituisce un aspetto tecnico basilare quando si lavora all’ottimizzazione dell’email marketing in comunicazione politica. Per capire meglio la sua importanza torniamo al messaggio di benvenuto legato alla campagna di fundraising di Hillary Clinton.

L’utente non viene invitato solo a donare, ma anche a invitare i propri contatti ad aderire alla campagna e a registrarsi nel novero dei volontari: questo approfondimento dell’interattività costituisce una strategia utile per migliorare l’engagement e per massimizzare strategicamente la visibilità dei contenuti.

Fai attenzione alla personalizzazione

Un altro punto da non trascurare nel miglioramento tecnico dell’email marketing in comunicazione politica è la personalizzazione, fondamentale per dare risalto ai contenuti della campagna, sia essa permanente o definita dal punto di vista temporale.

Per trovare un esempio valido al proposito si può fare riferimento al sito ufficiale di Organizing for Action, con la pagina dedicata al fundraising permanente caratterizzata dalla presenza di diversi box di registrazione, ciascuno dedicato a un ambito oggetto dell’impegno dell’associazione.

Non esiste campagna di comunicazione politica efficace senza una cura tecnica approfondita dell’email marketing, la cui qualità può essere migliorata tenendo conto di alcuni aspetti peculiari del web 2.0, come per esempio l’interattività, l’incisività della call to action e l’essenzialità dei contenuti testuali.


Leggi altri consigli per migliorare la tua comunicazione politica



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
<p>Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.</p> <p>Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”</p> <p>Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.</p> <p>Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.</p> <p>Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel.<br /> Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.</p>
+39 06 42014100
www.mistermedia.it
Piazza di Campitelli, 2
00186 Roma (RM)