La comunicazione politica di Donald Trump

La comunicazione politica di Donald Trump merita senza dubbio un’analisi, un breve percorso di approfondimento per capire meglio il suo approccio ai social e alla gestione dei contenuti.

Dal giorno dell’annuncio della discesa in campo per le primarie USA 2016  sono passati alcuni mesi e da allora non sono state poche le situazioni che hanno visto la comunicazione politica di Donald Trump al centro dell’attenzione mediatica mondiale.

Anche per questo motivo è utile non fermarsi alla superficie ma andare più a fondo, focalizzandosi su alcuni dei particolari tecnici che stanno caratterizzando il suo stile di comunicazione politica.

Presenza social? Pochi filtri e centralità del brand

L’approccio ai social è uno degli aspetti più importanti nell’analisi della comunicazione politica di Donald Trump. Come è chiaro fin dalla prima osservazione della pagina ufficiale Facebook e dell’account Twitter, Donald Trump comunica sulle piattaforme di networking senza filtri, utilizzando spesso termini ‘coloriti’ e diretti – rimandiamo all’immagine sottostante per un riferimento concreto tratto dalla pagina Facebook – e ironizzando palesemente sui commenti degli avversari sulla sua campagna.

comunicazione politica

Un’altra caratteristica sostanziale della comunicazione politica di Trump sui social è la centralità della persona come brand – Donald Trump ha iniziato la corsa alle primarie forte di un posizionamento ben consolidato – che si concretizza con la scelta quasi esclusiva della prima persona singolare per i post a carattere testuale.

Il look come messaggio

L’abito fa sempre il monaco, sia quando ci si muove nel campo del public speaking sia quando si discute di comunicazione politica. L’esempio di Donald Trump è emblematico al proposito.

In questo caso l’outfit – l’abito indossato il giorno dell’ufficializzazione della candidatura e utilizzato in tutte le successive apparizioni pubbliche – è a tutti gli effetti un messaggio, un contenuto legato direttamente ai fondamenti della campagna elettorale e allo slogan, grazie soprattutto all’evidente ricalco cromatico dei colori della bandiera USA.

Public speaking e credibilità

Non si può parlare di comunicazione politica senza un occhio alla qualità del public speaking, che deve essere curata al fine di massimizzare la visibilità dei contenuti di una campagna (abbiamo già ricordato come un discorso di valore possa incidere sull’immagine del politico che tiene e diventare in poco tempo case history).

Donald Trump è un ‘maestro’ in questo campo. Per quale motivo? Perché i suoi discorsi sono caratterizzati prima di tutto da un alto livello di credibilità – il che implica maggiori probabilità di fidelizzare l’utenza a cui ci si rivolge – grazie in particolare ad aspetti come il ricorso sapiente all’ironia e all’enfasi generale mai messa in secondo piano.

La capacità di differenziarsi e il focus sull’autenticità sono le principali caratteristiche della comunicazione politica di Donald Trump, un esempio concreto di come si possa fare della propria persona un brand immediatamente riconoscibile.


Articoli collegati:

 



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience