Analisi del discorso di Bernie Sanders per la vittoria in New Hampshire

I discorsi efficaci possono rivelarsi dei validi strumenti di comunicazione politica. Sono diversi i casi che lo dimostrano e uno dei più recenti riguarda la vittoria alle primarie di Bernie Sanders in New Hampshire.

Discutere del rapporto tra comunicazione politica e presenza social è fondamentale ma, come abbiamo ricordato più volte, non sufficiente. Per avere un quadro complessivo della situazione è necessario considerare anche occasioni come i discorsi in pubblico, essenziali per avere le idee chiare sulla qualità della comunicazione politica di un candidato.

Ecco quindi qualche appunto tecnico dal discorso tenuto da Bernie Sanders in New Hampshire dopo la vittoria alle primarie democratiche.

Discorso-di-bernie-sanders-in-new-hampshire-comunicazione-politica

Incipit motivazionale

Analizzare il rapporto tra discorsi efficaci e comunicazione politica significa considerare l’importanza dei contenuti motivazionali, essenziali per toccare le corde meno razionali del target e per ‘parlare alla pancia’ di chi non è ancora completamente convinto.

Osservare il discorso di Bernie Sanders in New Hampshire è molto utile al proposito, perché l’accento sull’aspetto motivazionale viene messo in primo piano fin dai primi minuti, come risulta chiaro guardando il video sottostante da 3:00 a 4:00 (in questo minuto Sanders fornisce un quadro esauriente dell’evoluzione della sua campagna, sottolineando la posizione di svantaggio iniziale).

Ricorso puntuale alle domande retoriche

La comunicazione politica di qualità, come abbiamo appena sottolineato, lavora molto sulle corde emozionali degli utenti. Alla luce di questo aspetto è fondamentale tener presente l’efficacia di alcuni trucchi retorici, come per esempio il ricorso alle interrogative.

Anche in questo caso il discorso di Bernie Sanders in New Hampshire può essere preso come esempio di utilizzo puntuale di questo espediente, che viene chiamato in causa per sottolineare sound bites come la frase Together we are going to create an economy that works for all of us, not just the 1% (guarda il video a 13:42).

Personal storytelling

Non si può parlare di comunicazione politica efficace senza considerare la rilevanza del personal storytelling, fondamentale per rendere l’immagine di un singolo candidato più vicina all’universo percettivo del target.

L’analisi del discorso tenuto da Bernie Sanders dopo la vittoria alle primarie democratiche in New Hampshire consente di apprezzare un ricorso molto efficace al personal storytelling, con Sanders che apre un breve excursus sulle sue vicende familiari, non lesinando la presentazione di particolari strettamente personali (guarda il video a partire da 24:52).

Una foto scelta con cura è in grado di ‘raccontare’ molto di un candidato – di un esempio valido abbiamo parlato già qui, facendo cenno a uno scatto di famiglia condiviso da Ted Cruz su Twitter – ma la narrazione orale rappresenta sempre uno strumento di grande forza per chi vuole aumentare i propri consensi e convincere gli elettori.

La qualità di una campagna di comunicazione politica dipende dalla pianificazione dell’intero percorso che, come abbiamo avuto modo di vedere, deve comprendere anche discorsi di valore.


Se vuoi, qui puoi leggere altri consigli di comunicazione politica:

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.