Comunicazione politica: dimmi come racconti la tua storia e ti dirò che leader sei

media training

Qual è uno dei principali denominatori comuni della comunicazione politica dei leader? La capacità di raccontare in diversi modi storie in grado di fidelizzare l’utenza dopo averne conquistato l’attenzione.

  • Si sente tanto parlare di storytelling e in diversi contesti: utilizzarlo in comunicazione politica per consolidare l’idea di leadership è fondamentale per un lavoro caratterizzato da chiarezza e qualità e nelle prossime righe cercheremo di darvi qualche rapido consiglio in merito.

Focus sul quotidiano: una caratteristica importante dello storytelling da leader in comunicazione politica è la capacità di entrare nel quotidiano dell’utenza in maniera immediata e concreta. Un esempio molto positivo a questo proposito è la foto postata da Renzi su Twitter e raffigurante Palazzo Chigi vuoto alle prime luci dell’alba. In questo caso il leader politico utilizza il social sfruttandone l’essenza principale, ossia la condivisione che ha come obiettivo l’immedesimazione e il riconoscimento di un’azione come parte di un percorso comune (alzi la mano chi non ha mai “ammirato” il panorama del proprio luogo di lavoro vuoto).

  • L’accento sull’emozione attraverso la fisicità: porre l’accento sulla carica emozionale del contatto fisico è un altro modo per gestire la comunicazione politica da leader dando spazio allo storytelling.

Per trovare un esempio utile a questo proposito dobbiamo guardare Oltreoceano e al già citato modello di Obama, che ricorre molto al contatto fisico pubblico con la moglie e con le figlie, facendo passare un messaggio di coesione che trova molta dell sua efficacia proprio nello storytelling (la famiglia Obama è un brand a tutti gli effetti).

  • Il racconto anche attraverso l’abbigliamento: chi è il leader politico italiano che negli ultimi anni è riuscito a “bucare il video” anche grazie a scelte di abbigliamento capaci di raccontare perfettamente le sue idee e la sua storia?

Silvio Berlusconi, che ha regalato agli addetti ai lavori numerosi spunti di riflessione sull’utilizzo dello storytelling nella comunicazione politica del leader. Per trovare dei riferimenti utili alle nostre pillole andiamo indietro nel tempo, per esempio alle foto “elettorali” con l’elmetto in testa, che sono profondamente connesse al suo percorso di imprenditore.

comunicazione politica

Il leader che vuole basare la sua comunicazione politica sullo storytelling e sulla potenza della narrazione deve quindi tenere conto anche dei dettagli fisici apparentemente meno evidenti, scegliendo per esempio un capo di abbigliamento legato a un’occasione particolare della sua vita o del suo percorso istituzionale.

Utilizzare bene lo storytelling in comunicazione politica è un passo fondamentale per chi vuole ricoprire posizioni di leadership. In un contesto mediatico dove le informazioni sono tante ed erogate da numerosi canali di natura differente le storie sono molto utili, soprattutto se rappresentano il passo che precede l’esposizione di idee da tradurre a livello pratico una volta superato il momento elettorale.



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini

Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico”

Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication.

Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall’imprenditore al manager.

Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero.

Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.