Comunicazione politica: consigli per il fundraising permanente

comunicazione politica

Gestire con cura l’aspetto del fundraising è importante in comunicazione politica, e non solo in occasione di consultazioni elettorali. Contribuire finanziariamente a un percorso politico è sempre possibile, e differenti sono le modalità con cui le formazioni si approcciano al tema.

Le tecniche di comunicazione politica sono fondamentali per il successo di un processo di fundraising, nodale anche per il personal branding di un partito o di una singola figura. Come muoversi in questo campo? Oggi cercheremo di dare una risposta a questa domanda.

La comunicazione politica efficace si vede ovviamente in campagna elettorale, ma anche fuori da questi momenti è fondamentale mantenere un livello di qualità generale, e l’attenzione al fundraising permanente costituisce un espediente molto importante per raggiungerlo. Vediamo assieme cosa è possibile imparare sull’argomento osservando il panorama internazionale.

  • Fundraising… e non solo: la comunicazione politica efficace legata al fundraising permanente deve fare leva su numerosi aspetti per convincere l’utente a donare anche in un momento diverso dalla campagna elettorale. Quali sono? Per esempio la content curation, che può essere concretizzata dalla scelta di affiancare alla richiesta di contributi finanziari un apparato approfondito di contenuti inerenti l’operato di una formazione politica o di un’organizzazione, con riferimento a progetti in essere e alle loro implicazioni sociali.

Un esempio interessante a questo proposito è riscontrabile sul sito di Organizing for Action, la fondazione non-profit che supporta i progetti nell’agenda di Barack Obama. Per quanto riguarda la gestione del rapporto tra comunicazione politica e fundraising permanente è stata messa in atto un’operazione di alta qualità. In che modo? Attraverso una pagina in cui è presente sia il pulsante per procedere con le donazioni, sia una sezione di notizie (vedi immagine all’inizio dell’articolo) riguardanti i goal raggiunti dall’organizzazione, il lancio di petizioni, l’ufficializzazione di iniziative pubbliche in ambito sociale ed ecologico. Content is king,  soprattutto in comunicazione politica e in particolare quando si deve convincere l’utente a tradurre a livello pratico un’azione importante come la scelta di donare il proprio denaro.

  • Spazio ai social: la comunicazione politica di qualità legata a una campagna di fundraising permanente o a lungo termine non può prescindere dall’attenzione ai social, che hanno un ruolo fondamentale soprattutto quando si tratta di definire il personal branding di una singola figura politica, e conferire immediatezza ai contenuti del suo operato.

Un riferimento di alta qualità a questo proposito è presente sul sito ufficiale di Hillary Clinton, sulla cui home è presente sia l’accesso diretto all’area del merchandising, sia un ampio spazio dedicato ai contenuti visuali postati sui profili ufficiali, grazie ai quali è possibile seguire in tempo quasi reale la campagna elettorale permanente dell’ex First Lady. La comunicazione politica in questo caso fa leva sulle corde emozionali, portando all’attenzione dell’utente una vera e propria esperienza di storytelling persuasivo.

comunicazione politica

  • La forza della call to action: la comunicazione politica efficace non può fare a meno di una call to action di qualità anche quando si parla di campagne di fundraising, soprattutto non a breve termine. Si tratta di un aspetto tecnico molto importante, che deve essere chiaramente accompagnato dalle caratteristiche che abbiamo elencato nei punti precedenti.

Dove guardare per trovare un esempio utile? Nuovamente alla strategia di Organizing for Action, che mette in primo piano una call to action estremamente essenziale e altrettanto incisiva (vedi immagine sottostante), un esempio tecnico eccellente di copy persuasivo in cui viene eliminata la distanza tra il sostenitore che si trova dietro a una tastiera e chi si occupa quotidianamente della gestione pratica dell’organizzazione (un riferimento contrario a questa impostazione è invece riscontrabile sul sito di SEL, dove la call to action dedicata alle donazioni è decisamente lunga e caratterizzata dalla presenza di un percorso ipertestuale poco chiaro).

comunicazione politica

La comunicazione politica di qualità non può assolutamente prescindere dalla gestione ragionata del fundraising permanente, il cui successo è nodale se si ha intenzione di testare lo stato di salute di un lavoro di content curation.

Potrebbe interessarti anche:



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.