L’Epic Fail in comunicazione politica di FDI e come gestire le scuse ufficiali

comunicazione-di-crisiGestire una campagna di comunicazione politica puntando sempre alla qualità è fondamentale, considerando anche la risonanza che può nascere sui social attraverso l’innescarsi di flame poco vantaggiosi per il personal branding di un partito. Il caso di Fratelli d’Italia e della divulgazione dello scatto (protetto da copyright) di Oliviero Toscani per la campagna di dissenso riguardante le adozioni alle coppie omosessuali è esemplare e può insegnare molto riguardo ai passi che sarebbe meglio evitare.

Ecco qualche breve appunto riguardante gli errori da non fare in una campagna di comunicazione politica fornitoci dall’Epic Fail di FDI (seppur da un’iniziativa locale).

comunicazione di crisi

  • Trasgressione o comunicazione? La scelta di uno scatto come quello di Toscani rappresenta un’impostazione sbagliata per una campagna di comunicazione politica. Per quale motivo? Perché si tratta di un contenuto sensazionalistico e trasgressivo, che porta come risultato un’esasperazione generale piuttosto che uno stimolo alla riflessione su temi civili nodali nel dibattito istituzionale e nel programma del partito.

Una campagna di comunicazione politica efficace deve portare all’attenzione dell’utente un contenuto utile, e allontanarsi da qualsiasi causa d’isterizzazione dei toni. Il caso FdI mette in luce un esempio da non seguire, caratterizzato da un’evidenza sull’elemento ‘scomodo’ piuttosto che su una tematica rilevante dal punto di vista politico.

  • Non dimenticare la cura dei contenuti: la cura totale dei contenuti è fondamentale in una campagna di comunicazione politica di qualità. Ogni aspetto deve essere gestito con la massima attenzione e nulla deve essere lasciato alla casualità, dal momento che, come è evidente, anche l’errore di un attivista locale può determinare ripercussioni d’immagine a livello nazionale.

Come dichiarato nella lettera di scuse ufficiali, redatta e firmata da Federico Molliconi, responsabile comunicazione di FdI, lo scatto protagonista delle contestazioni è stato preso dal web con poca attenzione riguardo a un’eventuale presenza di diritti d’autore.

  • L’errore e le scuse ufficiali: quando succede di sbagliare è importante presentare scuse ufficiali in maniera chiara, efficace e generalizzante, in modo da contenere il flusso delle critiche e valorizzare al meglio il proprio punto di vista. Il punto non è “chi abbia scattato” ma cosa mostri la foto. Far apparire il mondo lgbt come simil tossici e streghe delle fiabe è una “svista” che mette in dubbio il buon senso di chi non vede.

comunicazione politica

Per non parlare della scelta di cavalcare un’argomento divisivo in tempi inopportuni (non se ne stava parlando, non sono tempi elettorali).

La cura dei contenuti è un universo estremamente vario dal punto di vista tecnico, che presuppone un’attenzione da non mettere mai da parte se si ha intenzione di portare avanti campagne di comunicazione politica in grado di rappresentare un riferimento utile e non solo un motivo di polemica.

LEGGI ANCHE:

Social media training: come gestire la pagina social di un partito



Autore: MisterMedia
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.
Il sito utilizza i cookies e alcuni dati per migliorare la tua user experience