Appunti di Media Training per un’opposizione costruttiva

media training

La fine del governo Letta e l’avvento di Renzi sta portando alla luce davvero tanti interessanti spunti di media training e comunicazione di crisi. Se si vuole analizzare la situazione dal punto di vista della prima delle due discipline può essere molto utile porre l’attenzione sulle realtà politiche che hanno dichiarato la loro intenzione di essere all’opposizione.

Da questi ultimi giorni è possibile ricavare degli spunti utili a creare il volto di un’opposizione definita. Nelle prossime righe cercheremo di guidarvi in una breve rassegna di pillole e appunti da un case history ricco di contenuti.

  • Il ricalco: uno dei punti più rilevanti della comunicazione connessa alla fine del governo Letta e all’avvento di Renzi è stato il rimando all’hashtag #enricostaisereno, lanciato nelle scorse settimane dal segretario del Pd. Questa strategia è stata ricalcata da Giuseppe Civati, che ha trasformato il tutto in #matteostaisereno, con l’obiettivo di allontanare dalla minoranza del Pd da qualsiasi sospetto di “complotto”. Dal punto di vista dell’efficacia del media training si può dire che scegliere una strada in parte già battuta sia utile per la visibilità dei contenuti, un po’ meno quando si tratta di pensare a lungo termine e di individuare una linea di comunicazione in grado di sostenere le differenze rispetto al percorso di un eventuale esecutivo.

media training

  • La forza della piazza: nel contesto senza dubbio non facile che è la nascita del governo Renzi è possibile riscontrare alcune scelte di media training molto classiche legate alla definizione dei contenuti e del profilo di comunicazione di un’opposizione. Tra gli esempi più lampanti e performanti a tal proposito c’è l’interazione diretta tra Silvio Berlusconi e gli elettori FI, avvenuta in occasione delle consultazioni elettorali in Sardegna.

In un momento di incertezza istituzionale e di ricerca di nuovi contenuti è fondamentale improntare la comunicazione su impostazioni strategiche dall’efficacia codificata: l’attenzione nei confronti del public speaking e la potenza della figura del leader rientrano senza dubbio in questa categoria.

  • L’efficacia del “nero su bianco”: un altro esempio di media training di qualità nella definizione delle opposizioni al governo Renzi può essere riscontrato nelle decisioni di Sel e nella redazione di un documento ufficiale contenente i motivi di mancato accordo con l’esecutivo presieduto da Matteo Renzi.

media training

Convogliare contenuti così importanti in un documento ufficiale redatto in un’occasione nodale come l’assemblea nazionale di partito è senza dubbio una strategia performante quando si cerca un alto livello di chiarezza del messaggio e la sicurezza di farlo arrivare al giusto target.

Il caso attualmente centrale della politica italiana sta regalando davvero tanti spunti di media training e comunicazione efficace: la certezza è che con queste basi il futuro possa essere altrettanto ricco di consigli utili per orientarsi meglio nella costruzione di piani strategici di comunicazione istituzionale.



Autore: MisterMedia - Nicola Bonaccini
Esperto in Comunicazione Efficace presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordinatore e responsabile della progettazione dei percorsi formativi in Comunicazione Pubblica e Competenze Comunicative presso la SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione e professore a contratto in Comunicazione e Media presso l’Università di Roma “Foro Italico” Insegna tecniche di Public Speaking e Media Training presso SIOI (Ministero degli Affari Esteri) ed è Direttore didattico del Master in Comunicazione politica e istituzionale di Eidos Communication. Membro del Comitato Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici per la Leadership (IASSP) ha formato personalmente profili che spaziano dai rappresentanti ONU (World Food Program) allo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, dal Ministro al Presidente di Commissione, dall'imprenditore al manager. Esperto in progettazione di attività di formazione delle risorse umane ha realizzato interventi per numerose aziende ed istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero degli Affari Esteri, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Hewlett Packard, ENI, INAIL, Enel Ferrero. Recentemente ha progettato e partecipato al team didattico del corso di specializzazione per gli addetti stampa dell’Università Commerciale L. Bocconi di Milano.